Bonus Professionisti confermato con il Decreto Rilancio

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Il 10 giugno 2020 l’Agenzia delle Entrate con un provvedimento attuativo del DL 34/2020 e la successiva circolare 15/E, ha chiarito chi può beneficiare del bonus a fondo perduto e come richiederlo.

Chi può richiedere il contributo a fondo perduto

Il contributo a fondo perduto può essere richiesto dai titolari di partita IVA che:

  • sono ancora in attività al momento della domanda ed esercitano attività d’impresa o di lavoro autonomo o sono i titolari di reddito agrario
  • hanno conseguito nel 2019 ricavi o compensi fino a 5 milioni di euro.

Per adesso sono esclusi dalla possibilità di richiedere il contributo tutti gli iscritti agli Ordini e alle Casse di previdenza private.

Requisiti per richiedere il contributo a fondo perduto

Possono fare domanda tutti i professionisti citati sopra che hanno uno dei seguenti requisiti: 

  • un fatturato – compreso di corrispettivi – del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi rispetto a quello dello stesso mese dell’anno precedente
  • hanno iniziato l’attività dopo il 31 dicembre 2018
  • domicilio fiscale o la sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi, i cui stati di emergenza erano in atto alla data del 31 gennaio 2020.

Quali sono le modalità di erogazione del bonus previste per Aprile e Maggio?

Dal 15 giugno 2020 fino al 13 agosto 2020 si può inviare la richiesta all’Agenzia delle Entrate . Nel caso in cui si è eredi che continuano l’attività del deceduto le domande devono essere inviate dal 25 giugno 2020 e non oltre il 24 agosto 2020.

Si accede alla procedura con:

  • le credenziali Fisconline o Entratel dell’Agenzia
  • il sistema Spid di identità digitale 
  • la Carta nazionale dei Servizi (Cns).

Basta compilare il documento tramite il canale telematico Entratel o seguendo la procedura web dell’Agenzia delle Entrate: Contributo a fondo perduto. Si può delegare tutta la procedura a chi ha già la delega per l’accesso al Cassetto fiscale.Ogni domanda verrà controllata due volte. Ci sarà un controllo formale e uno sostanziale.

Corsi Academy
Sarah Saccullo

Copywriter e blogger, innamorata delle storie delle persone. Racconto in punta di penna le aziende e i professionisti attraverso i testi che scrivo per i loro siti e blog. Entusiasta e sempre curiosa, amo l'architettura, l'arte e la bakery.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*