Cos’è l’Europrogettazione e come diventare europrogettista

Rate this post

Cos’è l’europrogettazione

L’europrogettazione è una disciplina relativamente nuova che si occupa della progettazione e gestione di progetti finanziati dai fondi europei, come il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), il Fondo Sociale Europeo (FSE), il Programma Operativo Nazionale (PON) e il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). L’obiettivo dell’europrogettazione è quello di sfruttare le opportunità offerte dall’Unione Europea per promuovere la crescita e lo sviluppo delle regioni e dei Paesi Membri.

A cosa serve l’europrogettazione

Come abbiamo anticipato, l’europrogettazione serve a finanziare progetti che possono portare vantaggi economici, sociali e ambientali a una comunità o a un territorio. Grazie ai fondi europei, è possibile infatti realizzare progetti in settori diversi come l’ambiente, il turismo, la cultura, l’istruzione, l’occupazione, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico. L’europrogettazione consente quindi di avviare progetti che altrimenti non sarebbero finanziabili, grazie alla disponibilità di finanziamenti europei.

Chi è l’europrogettista?

È evidente dunque che per sfruttare al meglio queste opportunità è necessario affidarsi a una figura specializzata: l’europrogettista. Questa figura professionale si occupa nello specifico della progettazione e gestione di progetti finanziati dai fondi europei, lavora in un contesto internazionale e multiculturale e deve avere una buona conoscenza delle politiche e delle priorità dell’Unione Europea.

Il ruolo dell’europrogettista è quello di progettare, coordinare e gestire un progetto finanziato dai fondi europei, seguendo le linee guida europee e rispettando le scadenze e le procedure previste dai bandi UE. Vediamo più nel dettaglio di cosa si occupa.

Cosa fa l’europrogettista?

L’europrogettista si occupa di molteplici attività, dalla ricerca di opportunità di finanziamento alla pianificazione, gestione e coordinamento delle attività del progetto. In particolare, si occupa della stesura di proposte progettuali, della gestione del budget e dei finanziamenti, della gestione delle relazioni con partner e stakeholders, della valutazione e del monitoraggio del progetto e della gestione della comunicazione e della documentazione del progetto.

Queste sono le principali attività che un professionista specializzato deve essere in grado di svolgere. Quali sono i requisiti per poterlo fare?

Competenze e requisiti

Per diventare un europrogettista, è necessario possedere una formazione universitaria o una laurea triennale in ambito economico, giuridico, sociale, tecnico o umanistico. Occorre avere una buona conoscenza delle lingue straniere, in particolare dell’inglese.

Per acquisire le competenze specifiche necessarie per la progettazione e la gestione di progetti finanziati dai fondi europei, si consiglia di frequentare un corso di europrogettazione. Esistono molte organizzazioni, sia pubbliche che private, che offrono corsi in europrogettazione, sia in aula che online, tra cui poter scegliere.

Quanto guadagna?

Il guadagno di un europrogettista dipende dalla sua esperienza, dalle competenze e dalle responsabilità. In generale, può guadagnare dai 25.000 ai 50.000 euro lordi annui, ma il guadagno può aumentare in base alla dimensione e alla complessità del progetto e all’esperienza acquisita. Inoltre, ci sono differenze a seconda del paese in cui si lavora.

Dove può lavorare l’europrogettista?

L’europrogettista può lavorare in molte organizzazioni diverse, tra cui organizzazioni non governative, enti pubblici, agenzie di sviluppo regionale, aziende private e università. Il suo lavoro è utile e necessario sia a livello nazionale che internazionale, a seconda della portata del progetto. Avendo accesso a diversi settori come l’ambiente, il turismo, la cultura, la formazione, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico, questa figura professionale è richiesta in numerosi contesti progettuali.

Fondi UE per il PNRR

Come ben saprai, attualmente l’Unione Europea ha stanziato fondi per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) degli stati membri. Questo piano ha l’obiettivo di sostenere la ripresa economica dei Paesi dell’Unione Europea, duramente provati dalla pandemia COVID-19. L’europrogettista può contribuire in tal senso alla realizzazione dei progetti, lavorando con i partner e le organizzazioni coinvolte per progettare e gestire i progetti finanziati dai fondi UE per il PNRR.

Il PNRR rappresenta un’occasione di crescita e sviluppo del nostro Paese da non sottovalutare. Anche per questo motivo la figura dell’europrogettista acquisisce un ruolo determinante nella gestione e nella buona riuscita dei progetti.

Professional USB
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento