Morti sul lavoro: le statistiche Inail 2020 per l’Italia

Corso Aggiornamento Coordinatore Della Sicurezza

Valuta questo articolo

Morti sul lavoro: le statistiche Inail 2020 per l’Italia Totale 5.00 / 5 1 Voti

Incidenti e morti sul lavoro: statistiche Inail per il primo trimestre 2020

Periodicamente l’Inail rende pubblici i dati delle denunce di infortunio – che hanno portato alla morte – e malattia – ricevute fino alla fine del mese di marzo – nella sezione “open data” del suo sito insieme alla tabelle “modello di lettura e di periodo” che permettono di confrontare i dati di uno o due mesi con quelli dell’anno precedente.

Una parte dei dati riguarda le comunicazioni obbligatorie effettuate ai soli fini statistici e informativi da tutti i datori di lavoro e i loro intermediari.

I dati del bollettino trimestrale sono da considerare provvisori fino alla fine dell’anno perché bisogna aspettare che l’iter amministrativo e sanitario relativo a ogni denuncia sia concluso.

A un primo sguardo sembrerebbe che a marzo 2019 ci sia stato una grande diminuzione dei casi di infortunio. In realtà, è meglio considerare la lettura di periodo e la concomitanza con l’epidemia da Covid-19

Da marzo, infatti, le denunce di infezione da Covid – 19 si inseriscono nel totale degli infortuni. A queste denunce sarà dedicato un comunicato separato.

All’impatto del Covid-19 sul lavoro era stata dedicata la giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro tenutasi il 28 aprile 2020.

Incidenti sul lavoro: le denunce del primo trimestre 2020

Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail sono state  130.905, circa il 16% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Il calo è dovuto principalmente allo stop, causa Covid-19, delle attività produttive considerate non essenziali.

Sono diminuiti i casi di infortunio sul lavoro e nel tragitto di andata e ritorno a casa dal lavoro. Il codice Ateco che ha visto un aumento di infortuni è quello del settore “Sanità e assistenza sociale”. I casi di denuncia sono raddoppiati – dai 1.788 del marzo 2019 ai 3.613 del marzo 2020 – e 3 su 4 sono dovuti a contagio da Covid-19.

Il calo delle denunce totali ha riguardato tutto il territorio nazionale e tutti i cittadini, maschi e femmine, lavoratori italiani, comunitari ed extracomunitari.

In marzo 2020, in particolare, rispetto al marzo dell’anno scorso le denunce si sono:

  • dimezzate per i lavoratori 
  • ridotte di un terzo per le lavoratrici.

Morti sul lavoro nel primo trimestre 2020

Gli infortuni denunciati all’Inail che hanno portato alla morte sono diminuite del 21,7% – si è passati da 212 a 166,46 – rispetto allo stesso trimestre 2019. Il numero più basso, così come per gli infortuni, si è avuto a marzo 2020. La diminuzione si è avuta sia sul luogo di lavoro sia nei tragitti da e per il lavoro.

La maggior parte dei cali si è avuta nei settori “industria e servizi” e “agricoltura”.

I casi di incidenti stradali plurimi da 7 del 2019 – 14 denunciati come mortali – sono passati a 3. Diversi i cali per zona territoriale: 12 a Nord Ovest, 10 a Nord est, 21 al Centro. Al Sud, invece, c’è stato un aumento di 4 casi mortali.

Per quanto riguarda il genere, rispetto allo stesso periodo del 2020, ci sono stati:

  • 42 casi in meno tra i maschi
  • 4 casi in meno tra le donne.

Sono aumentati di 9 i casi di morte sul lavoro nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 39 anni.C’è stato un calo generale di morti tra tutte le tipologie di lavoratori: italiani, comunitari ed extracomunitari.

Tutti I Corsi
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.