Le caratteristiche del Bosco Verticale: curiosità e problemi

Corso introduttivo alla Bioarchitettura
4.7/5 - (8 votes)

Il Bosco Verticale di Milano non è solo un esempio di architettura innovativa ma rappresenta una rivoluzione verde nel cuore della metropoli. Oggi vogliamo vedere in dettaglio le caratteristiche, i vantaggi legati al concetto di bioedilizia e architettura sostenibile, gli svantaggi e i problemi associati a questa iconica costruzione.

Cos’è il Bosco Verticale

Il Bosco Verticale, progettato dall’architetto Stefano Boeri, è un complesso di due grattacieli situati nel quartiere di Porta Nuova a Milano. Questi edifici, distintivi per la loro facciata ricoperta di circa 800 alberi, 4.500 arbusti e 15.000 piante, rappresentano una pietra miliare nell’architettura verde contemporanea. L’idea di fondo è quella di integrare elementi di natura in un contesto urbano, contribuendo alla biodiversità e alla qualità dell’aria, mentre si offre agli abitanti una vista unica e vivace degli spazi verdi verticali.

Dettaglio Bosco Verticale Milano

Quali sono le caratteristiche del Bosco Verticale?

Oltre alla sua imponente facciata verde, il Bosco Verticale è noto per il suo involucro progettato per ottimizzare la crescita delle piante e gestire l’acqua di irrigazione in modo sostenibile. Ogni specie vegetale è stata selezionata sulla base della sua adattabilità al clima milanese e alla vita in altezza. Le piante agiscono come uno schermo vegetale, che protegge gli interni dagli agenti atmosferici e dall’inquinamento acustico, migliorando così la qualità della vita dei residenti.

Perché il Bosco Verticale è considerato un edificio sostenibile?

Il Bosco Verticale è un simbolo di edifici sostenibili non solo per la sua capacità di reintegrare la flora in un contesto urbano, ma anche per l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia che promuovono l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale. Il sistema di irrigazione, ad esempio, è alimentato da fonti rinnovabili e utilizza acque grigie riciclate, mentre i materiali costruttivi sono scelti per le loro proprietà isolanti e la loro durata nel tempo, contribuendo significativamente alla riduzione dell’impronta ecologica dell’edificio.

Come funziona il Bosco Verticale

La manutenzione di un grattacielo verde come il Bosco Verticale richiede soluzioni ingegneristiche innovative. L’irrigazione delle piante è garantita da un sistema automatizzato che raccoglie l’acqua piovana e la distribuisce equamente. Questo non solo assicura la sopravvivenza delle piante in varie condizioni meteorologiche ma riduce anche il carico di lavoro per i residenti e il personale di manutenzione.

Vuoi saperne di più su come funzionano i sistemi di bioarchitettura? Su Unione Professionisti puoi seguire il nostro corso bioedilizia e approfondire gli aspetti che caratterizzano l’architettura sostenibile.

Vantaggi e svantaggi del Bosco Verticale

Il Bosco Verticale presenta numerosi vantaggi. Non solo migliora la qualità dell’aria urbana assorbendo CO2 e producendo ossigeno, ma contribuisce anche all’isolamento termico e acustico degli edifici. Questi aspetti lo rendono tra i migliori esempi di bioarchitettura, capace di mostrare come la bioedilizia possa essere integrata efficacemente in contesti urbani densi.

Entrando più nel dettaglio dei vantaggi possiamo dire che:

  • le estese aree verdi del Bosco Verticale fungono da barriera naturale, assorbendo particelle inquinanti e rumori dalla città. Le piante inoltre sequestrano il carbonio, producono ossigeno e migliorano significativamente la qualità dell’aria, offrendo benefici ambientali diretti agli abitanti;
  • grazie alla sua facciata verde, il Bosco Verticale aumenta l’isolamento termico, proteggendo gli interni dalle temperature estreme. Questo effetto si traduce in una riduzione significativa del consumo energetico, con cali di temperatura interna fino a 3 gradi durante l’estate e un incremento durante l’inverno. Studi indicano che tale approccio può ridurre il consumo energetico annuo di circa il 7,5%, rendendo l’edificio notevolmente più efficiente rispetto agli standard milanesi;
  • con circa 100 specie diverse di piante, il Bosco Verticale non è solo un edificio, ma una vera e propria oasi urbana che promuove la biodiversità. Questo ambiente ricco e variegato attira uccelli e fauna selvatica, creando un ecosistema vibrante in verticale;
  • l’abbondante verde contribuisce a ridurre l’effetto isola di calore, tipico delle aree urbane. Il raffreddamento naturale fornito dalla facciata vegetale diminuisce la temperatura nelle immediate vicinanze dell’edificio, riducendo ulteriormente la necessità di raffreddamento artificiale;
  • l’ombreggiatura fornita dalla facciata verde garantisce un controllo naturale della temperatura e della luce, migliorando la qualità dell’aria interna. Inoltre, un innovativo sistema di raffreddamento passivo integrato nel pavimento, alimentato da acque sotterranee, impedisce il surriscaldamento durante le ondate di calore estreme.

Nonostante i numerosi benefici, il Bosco Verticale presenta anche delle sfide. I costi di manutenzione sono significativi, dati i requisiti speciali per la cura delle piante e la struttura stessa. Inoltre, i problemi legati all’ombreggiamento e alla biodiversità possono richiedere attenzioni costanti per prevenire il rischio di infestazioni o malattie delle piante.

Possiamo dire quindi che il Bosco Verticale di Milano è un progetto emblematico che mostra come la visione dell’architettura sostenibile e della bioedilizia possa essere realizzata con successo, offrendo spunti di riflessione sui possibili sviluppi futuri in questo ambito.

Tutti I Corsi
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento