Orfani dei liberi professionisti e orfani di lavoratori dipendenti: per la camera sono orfani diversi!

Orfani dei liberi professionisti discriminati. La Commissione Lavoro della Camera dei Deputati li penalizza con una sovrattassa di oltre 230 euro.

Valuta questo articolo

Orfani dei liberi professionisti e orfani di lavoratori dipendenti: per la camera sono orfani diversi! Totale 5.00 / 5 2 Voti

Orfani dei liberi professionisti discriminati. La Camera li penalizza con una sovrattassa di oltre 230 euro. La Commissione Lavoro della Camera dei Deputati ha dichiarato inammissibile l’emendamento, presentato dall’On. Boccadutri, al Disegno di legge sul lavoro autonomo nel quale si chiedeva di porre fine a una palese disparità di trattamento tra gli orfani dei lavoratori dipendenti e gli orfani dei liberi professionisti. Un incongruenza normativa che andrebbe a colpire centinaia famiglie italiane, e che arriva proprio in un momento in cui il dibattito sull’importanza delle libere professioni sembrava più forte.

Nella Legge di Bilancio 2017, infatti, è prevista un’esclusione delle quote di pensione in favore dei superstiti, fino ad un limite di 1.000 euro, dal reddito imponibile ai fini Irpef per tutti quei lavoratori dipendenti, pubblici o privati, o per i lavoratori iscritti alla Gestione separata dell’Inps, senza far alcun riferimento agli iscritti presso gli altri Enti di previdenza obbligatoria di primo pilastro.

Questo significa che gli orfani dei liberi professionisti che hanno perso almeno un genitore si troveranno a pagare almeno 230 euro di tasse in più all’anno rispetto a chi ha avuto lo stesso lutto in casa, ma ha avuto la fortuna di essere figlio di un lavoratore dipendente.

“AdEPP critica fortemente questa scelta e chiede al Presidente e a tutti i componenti della Commissione Lavoro della Camera di fare un passo indietro ristabilendo una corretta parità di diritto dei cittadini e in particolare di quelli più deboli e in grave difficoltà quali gli orfani dei liberi professionisti o dei lavoratori dipendenti” afferma senza mezzi termini il presidente dell’associazione delle Casse dei professionisti Alberto Oliveti”. È inaccettabile in Italia, nel 2017, possano ancora esistere queste situazioni di burocrazia kafkiana, non possiamo davvero accettare che possano esistere orfani di serie A ed orfani di serie B, entrambi colpiti da un così grave dramma familiare.”

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.