Tensostrutture: con o senza permesso di costruire?

Crediti Formativi Geometri

Valuta questo articolo

Tensostrutture: con o senza permesso di costruire? Totale 5.00 / 5 1 Voti

Le tensostrutture rappresentano una soluzione architettonica versatile e innovativa, adatta a molteplici applicazioni: dall’industria all’agricoltura, dall’ospitalità agli eventi. Tuttavia, la loro installazione solleva questioni normative importanti: è necessario un permesso di costruire? Quali sono le distanze legali da rispettare? In questo articolo, esploreremo il delicato equilibrio tra le necessità di edilizia libera e le concessioni edilizie, fornendo una guida chiara per professionisti e aziende.

Tensostrutture e normativa: un quadro complesso

Le tensostrutture si inseriscono in un contesto normativo che distingue tra strutture permanenti e temporanee. Nonostante la loro bellezza e funzionalità non sono esenti dal rispetto delle leggi, che variano in base a diversi fattori.

Permesso di costruire: quando è necessario?

Il permesso di costruire è un passaggio obbligatorio per quelle tensostrutture destinate a rimanere installate per più di 90 giorni. Questa disposizione si applica indipendentemente dai materiali utilizzati nella costruzione, che possono essere leggeri e facilmente rimovibili. La stabilità dell’installazione e la sua funzione sono i criteri determinanti per la necessità di ottenere i titoli abilitativi edilizi.

Tipologie di tensostruttura e requisiti normativi

Le diverse tipologie di tensostruttura, dalle permanenti alle agricole, richiedono un’attenta valutazione dei requisiti normativi. Le tensostrutture permanenti, ad esempio, sono soggette a una normativa più stringente rispetto a quelle temporanee, come le tensostrutture agricole che possono rientrare in casi specifici di interventi di edilizia libera.

Edilizia libera: quali sono le possibilità?

L’edilizia libera permette la realizzazione di tensostrutture senza permessi, a condizione che queste siano destinate a soddisfare esigenze temporanee e vengano rimosse entro 90 giorni. È fondamentale, tuttavia, presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) e rispettare le normative urbanistiche comunali.

Distanze legali e vincoli paesaggistici

Anche le tensostrutture senza permessi devono rispettare le distanze legali. Queste includono i 10 metri dai confini e dalle parti finestrate di altri immobili. Inoltre, se la tensostruttura si trova in un’area con vincoli paesaggistici, è necessario ottenere un’autorizzazione ambientale aggiuntiva.

Strutture senza concessione edilizia: rischi e sanzioni

La realizzazione di strutture senza la dovuta concessione edilizia può portare a sanzioni significative. L’abusivismo edilizio, che include la costruzione di tensostrutture senza i necessari permessi, è un reato penalmente perseguibile. Per approfondire, si consiglia la lettura di questo articolo sull’abusivismo edilizio.

Conclusione

La costruzione di tensostrutture richiede una comprensione approfondita delle normative vigenti. È essenziale valutare la durata dell’installazione e le funzioni che la tensostruttura andrà a svolgere per determinare se è necessario un permesso di costruire. La consultazione con l’ufficio urbanistico del proprio comune e l’assistenza di professionisti del settore sono passaggi imprescindibili per evitare rischi legali e garantire il successo del proprio progetto.

Tutti I Corsi
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento