Bonus e agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie in Sardegna 2022

Corso base di Archicad

Valuta questo articolo

Bonus e agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie in Sardegna 2022 Totale 5.00 / 5 1 Voti

La Sardegna è una delle regioni italiane in cui il tema degli interventi di ristrutturazione edilizia è particolarmente diffuso. Si stima che circa il 18% degli edifici presenti sul territorio sardo necessiti di interventi volti a recuperare la piena funzionalità strutturale, tecnologica e estetica.

Per questa ragione è importante conoscere quali sono gli strumenti che abbiamo a disposizione per attivare piani di ristrutturazione o restauro conservativo, sfruttando agevolazioni e incentivi statali.

Agevolazioni fiscali per manutenzione e ristrutturazione

I bonus e le agevolazioni previsti per il 2022 rappresentano un importante incentivo per la ristrutturazione degli edifici. La Legge di Bilancio 2022 ha esteso i bonus fino al 2024 fornendo così, ancora per qualche anno, un valido supporto ai contribuenti che desiderano migliorare la qualità della propria abitazione. Basti pensare che in Sardegna, su un totale di circa 704.609 abitazioni, ben 126.008 sono in condizioni problematiche e richiedono interventi di recupero e riqualificazione edilizia.

L’obiettivo principale, oltre a stimolare la riqualificazione edilizia di tutto il territorio italiano, è anche quello di aumentare l’interesse verso nuove tecnologie che favoriscono una riqualificazione energetica degli edifici. Per questo motivo abbiamo sentito parlare spesso di Ecobonus, Superbonus 110% e numerose agevolazioni pensate per i cittadini che decidono di optare per l’installazione di impianti, così come l’uso di materiali, studiati per ridurre l’impatto sull’ambiente. Pannelli solari e fotovoltaici, capotto termico, infissi taglio termico, impianti idrici e scelta di rubinetti che riducono il consumo di acqua sanitaria e del suo riscaldamento. Sono solo piccoli esempi che ci permettono di capire quanto l’interesse nei confronti del benessere del nostro pianeta sia diventato l’obiettivo principale di ogni intervento.

Legge di Bilancio e bonus per il 2022

Il bonus ristrutturazione, disponibile su tutto il territorio italiano non solo per la regione Sardegna, previsto nella Legge id Bilancio 2022 è un incentivo pensato per coloro che eseguono lavori di tipo edilizio di un edificio abitativo. Questo incentivo prevede una detrazione del 50% sull’IRPEF, fino a una spesa massima di 96.000 euro, per interventi di riqualificazione edilizia, manutenzione straordinaria e ordinaria.

A settembre 2022, il Decreto Aiuti bis convertito in Legge ha modificato il regime di responsabilità in caso di cessione del credito qualora si evidenzi che i lavori effettuati non rispettino i requisiti per ottenere il bonus, anche successivamente alla realizzazione dei lavori stessi.

Quali sono i lavori che rientrano e le informazioni utili per richiedere l’IVA agevolata?

Interventi che beneficiano delle detrazioni fiscali

Come abbiamo anticipato, il bonus ristrutturazione 2022 prevede una detrazione fiscale del 50% sull’IRPEF ed è rivolta a coloro che eseguono lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in condominio oppure in edifici singoli. Per tutte le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2024, la detrazione del 50%, deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo, con un limite di spesa pari a 96.000 euro. In alternativa è possibile richiedere lo sconto in fattura oppure optare per la cessione del credito. Nel primo caso, l’azienda che effettua i lavori può accettare di scontare dalla fattura il 50% (pari alla percentuale prevista dall’agevolazione fiscale) così da permettere al committente di beneficiare subito di un importante agevolazione, rinunciando alla possibilità di vedere restituito il 50% nell’arco dei 10 anni. Nel secondo caso, con la cessione del credito, è possibile cedere il credito pari al 50% a istituti bancari o altri enti che accettano di restituire immediatamente al contribuente la somma di denaro. In tal caso devono sussistere determinate condizioni ed è necessario farsi guidare da un tecnico specializzato che si occuperà di fornire le asseverazioni e la documentazione richiesta.

Se sei un professionista che opera nel settore delle ristrutturazioni è molto importante conoscere gli strumenti utili per svolgere in modo professionale le proprie attività. Tra i vari strumenti che hai a disposizione, soprattutto se ti occupi di progettazione, non puoi non conoscere ArchiCAD. Si tratta di un programma BIM di architettura, estremamente utile per la progettazione degli edifici. Vuoi saperne di più? Segui il corso ArchiCAD disponibile su Unione Professionisti!

Corsi Academy

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">