Valorizzazione Impianti Sportivi: come progettare e costruire gli impianti sportivi del futuro

La Luiss Business School in partnership con la Scuola dello Sport del CONI e l’Istituto per il Credito Sportivo, ha realizzato la II edizione del Corso Valorizzazione degli Impianti Sportivi

Corso Bim Revit

Valuta questo articolo

Valorizzazione Impianti Sportivi: come progettare e costruire gli impianti sportivi del futuro Totale 5.00 / 5 6 Voti

A seguito del successo della I edizione, la Luiss Business School in partnership con la Scuola dello Sport del CONI e l’Istituto per il Credito Sportivo, ha realizzato la II edizione del Corso Valorizzazione degli Impianti Sportivi, che si terrà dal 21 al 24 novembre prossimo presso la Scuola dello Sport del CONI a Roma.

La carenza di impianti adeguati da un lato e la necessità di infrastrutturare il territorio con impianti sportivi di nuova generazione, rendono l’iniziativa della Luiss, un’opportunità unica, per tutti quei professionisti dediti al settore della progettazione, ingegneri e architetti in particolare, che vogliano rendersi protagonisti in questo settore.

Il fattore critico di successo non può prescindere da una considerazione di base, che vede l’impianto sportivo, da puro e semplice involucro sottoutilizzato e quindi centro di costo, quale è oggi la stragrande maggioranza dei casi italiani, a quello di un vero e proprio centro di profitto, come risulta facilmente anche dalla più semplice analisi dei molteplici e virtuosi esempi in campo internazionale, che hanno dimostrato come tale asset possa avere natura e connotazioni proprie, tali da consentire il raggiungimento di interessanti e produttivi ritorni economici.

Il Corso Valorizzazione degli Impianti Sportivi intercetta queste esigenze e ha l’obiettivo di contribuire a formare una nuova figura professionale, il manager immobiliare sportivo, che potrà da un lato fungere da promotore e governare il processo di sviluppo, anche mediante partnership pubblico-private, delle operazioni di riqualificazione/edificazione dei nuovi stadi e dall’altro gestire in maniera professionale ed economicamente vantaggiosa gli impianti realizzati.

Il recente protocollo di intesa tra Invimit (Investimenti Immobiliari Italiani), B Futura (società di scopo interamente partecipata dalla Lega B) e l’Istituto per il Credito Sportivo, volto a favorire e promuovere la nascita di Fondi Immobiliari (Fondi Obiettivo) destinati alla rigenerazione e alla valorizzazione di stadi e impianti sportivi, secondo una logica di portafoglio, è solo l’ultimo degli importanti segnali che confermano questa tendenza.

Al fine di offrire il più elevato livello possibile di esperienza formativa, Luiss Business School, Scuola dello Sport del CONI e Istituto per il Credito Sportivo hanno realizzato un percorso di didattico innovativo, pragmatico, multidisciplinare così da fornire tutti gli strumenti per affrontare, con successo, questa importante opportunità.

Per consentire una corretta e veritiera visione del settore di riferimento e per dare evidenza delle principali tendenze e iniziative attualmente presenti sul mercato, oltre a docenti universitari e primari professionisti, interverranno in aula personalità di grande rilievo, tra cui: Adrea Abodi – Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie B, Diego Nepi Molineris – Direttore Area Marketing e Sviluppo di CONI Servizi S.p.A., Fabio Tucci – Head of Legal Services & Risk Management – JUVENTUS Football Club e Mauro BaldissoniDirettore Generale AS ROMA.

Per quale motivo un corso sulla valorizzazione impianti sportivi può rappresentare un opportunità professionale per ingegneri e architetti italiani?

Molti di questi impianti, spesso localizzati nelle zone centrali delle nostre città, si trovano in cattivo stato di manutenzione e spesso non più funzionali (in termini di sicurezza, fruibilità, servizi) rispetto alle esigenze per le quali erano stati realizzati.

Per intercettare queste esigenze e tentare nello stesso tempo di incentivare nuove opportunità di riqualificazione e sviluppo, è stata emanata la cosiddetta Legge sugli stadi (L. 147/2013, art. 1, commi 303-306), che ha soddisfatto l’esigenza, da tempo avvertita nel nostro Paese, di determinare le condizioni volte a favorire la realizzazione o la ristrutturazione (e/o riammodernamento) di nuovi impianti sportivi in linea con le nuove esigenze di sostenibilità e fruibilità.

In questo modo, si sono aperte anche nuove interessanti opportunità per i proprietari di aree che ad oggi non sono ancora valorizzate (o da riqualificare) che, in caso avessero caratteristiche funzionali allo scopo, potrebbero essere oggetto di questa tipologia di intervento di valorizzazione, abbinando alla realizzazione dell’impianto sportivo anche diverse funzionalità aggiuntive. Così facendo, si sarebbe in grado di valorizzare e ottimizzare l’intero contesto, offrendo ai visitatori e/o utilizzatori un luogo funzionale alle loro esigenze. Di notevole importanza inoltre i forti collegamenti che la materia della valorizzazione impianti sportivi potrebbe avere con la disciplina della building information modeling.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.