Patrimonio immobiliare italiano: statistiche catastali online

Entrate: nel 2018 lo stock immobiliare è aumentato dello 0,6%, con circa 400mila unità in più rispetto al 2017

Corso Docfa

Valuta questo articolo

Patrimonio immobiliare italiano: statistiche catastali online Totale 3.00 / 5 2 Voti

Secondo le statistiche catastali, che prendono a riferimento oltre 77 milioni di immobili presenti in Italia, lo stock immobiliare complessivo nel 2021 è aumentato dello 0,9%, pari a oltre 620 mila unità in più rispetto al 2020. Questo significa che risulta ancora in crescita il numero di immobili presenti nelle banche dati del Catasto italiano.

Distribuzione stock immobiliare

Approfondendo la suddivisione del catasto edilizio urbano, possiamo notare una suddivisione dello stock immobiliare caratterizzata da un numero di unità pari a:

  • 54,2% appartenenti al gruppo A
  • 0,3% appartenenti al gruppo B
  • 42,8% appartenenti al gruppo C
  • 2,5% appartenenti al gruppo D
  • 0,2% appartenenti al gruppo E

Per ciascun gruppo possiamo individuare una rendita castale specifica che corrisponde al:

  • 49,4% per il gruppo A
  • 3,7% per il gruppo B
  • 16,2% per il gruppo C
  • 28,5% per il gruppo D
  • 2,2% per il gruppo E

La media nazionale della rendita catastale di un’abitazione è di circa 490 euro, con valori che possono superare i 3 mila euro per le abitazioni signorili in A/1, per le ville in A/8 e per le abitazioni di maggior pregio in A/9. La rendita può superare i 6.500 euro per le PNF in A/9. Se consideriamo le rendite medie delle abitazioni popolari, ultra popolari o tipiche dei luoghi, queste sono interiori ai 100 euro.

Media nazionale dei vani per abitazione

L’abitazione italiana media censita in catasto ha 5,5 vani, mentre è leggermente più piccola quando non è di proprietà delle persone fisiche ma delle PNF. Riguardo invece i metri quadri, la superficie media delle abitazioni censite negli archivi, calcolata come rapporto tra la superficie catastale complessiva e il numero di unità, si è confermata pari a circa 118 m2. Nello specifico, è inferiore a 100 m2 per le abitazioni in categoria popolare, rurale, ultrapopolare e per abitazioni e alloggi tipici dei luoghi (A/4, A/5, A/6 e A/11) e va oltre i 300 m2 per le unità nelle categorie, abitazioni signorili, ville, castelli e palazzi di pregio (A/1, A/8 e A/9).

L’Agenzia delle Entrate mostra nel dettaglio tutti i risultati delle statistiche catastali per chi desidera approfondire questo argomento e conoscere ogni aspetto della condizione immobiliare italiana. E se invece hai in mente di seguire un Corso Catasto Docfa ti aspettiamo su Unione Professionisti!

Scarica l'approfondimento
Corsi Academy

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">