Come scegliere le stufe a pellet: i nostri consigli

Corso Energy Manager

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Tipologie di stufe a pellet

Prima di capire se e quando conviene scegliere di acquistare una stufa a pellet vediamo le tre tipologie principali di stufe:

  • stufe a pellet ad aria: diffondono calore per irraggiamento e sono perfette per i piccoli appartamenti; il costo è molto basso – tra i 1.500 e i 3.000 euro – ma sono poco potenti – tra 6 e 15 kW
  • stufe a pellet ad acqua o termostufe: usate come integrazione di un impianto già esistente, come la caldaia, possono riscaldare l’acqua dei termosifoni, anche tramite l’uso di pannelli termico-solari in modo da risparmiare energia e sulla bolletta. Costano tra i 2 e i 4.000 euro e sono molto potenti – da 12 a più di 25 kW
  • stufe a pellet canalizzate: tramite di un sistema di tubi possono riscaldare tutta la casa.

Oltre alla potenza e al costo bisogna fare attenzione al consumo energetico, alla possibilità di creare una presa d’aria per l’uscita dei fumi e anche all’autonomia.

Perché scegliere le sfufe a pellet

Ecco alcuni dei vantaggi per cui scegliere le stufe a pellet:

  • ottima efficienza
  • la possibilità di produrre calore solo quando necessario
  • ecosostenibilità 
  • facilità di installazione e manutenzione
  • possibilità di regolare la potenza e la temperatura
  • detrazioni fiscali fino al 65%.

Si accede alle detrazioni fiscali o per ristrutturazione – detrazioni del 50% – o per efficientamento energetico con l’Ecobonus del 65%. Un’alternativa è il Conto Termico messo a disposizione dallo Stato a cui si accede su richiesta tramite il portale del GSE – Gestore Servizi Energetici.

La manutenzione delle stufe a pellet è obbligatoria come già previsto per la manutenzione della caldaia come previsto dal D.P.R. 74/2013.

Stufe a pellet: come scegliere quella giusta

Dopo aver scelto la tipologia di stufa a pellet bisogna controllare che si possa ricavare una canna fumaria o che sia già presente. Alla stufa bisognerà collegare una presa d’aria e una presa elettrica con una buona messa a terra.

Ci sono stufe a pellet che non necessitano di canna fumaria perché elettroniche ma in alternativa hanno bisogno di uno scarico tramite cui espellere i fumi che va certificato. Queste stufe dopo il riempimento del serbatoio possono essere programmate per entrare in funzione e spegnersi da sole quando lo si desidera, con la sola regolazione del termostato.

Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">