Abrogazione totale dello Split Payment: a chiederla è l’ANCE

- Rimaniamo fermi nella nostra convinzione di dover pervenire all'abrogazione totale dello split payment -

Corso Bim Revit

Valuta questo articolo

Abrogazione totale dello Split Payment: a chiederla è l’ANCE Totale 5.00 / 5 2 Voti

Da sempre poco favorevole allo split payment, l’ance ha ora chiesto espressamente che venga abrogata. Secondo l’Associazione Nazionale Costruttori Edili il meccanismo dello split payement starebbe arrecando non pochi danni alle imprese italiane operanti nel settore dell’edilizia e delle costruzioni.

Rimaniamo fermi nella nostra convinzione – ha dichiarato ai nostri taccuini il vicepresidente Nazionale ANCE Marco Dettori -di dover pervenire all’abrogazione totale dello split payment che, oltre ad appesantire la gestione dell’attività dal punto di vista procedimentale, ha l’effetto deleterio di incrementare in via esponenziale il credito Iva, di per sè già fisiologicamente elevato”.

A leggere le carte dell’ANCE lo Split Payement comporterebbe per le aziende edile italiane una perdita di liquidità. “Parliamo di circa 2.4 miliardi di euro – continua Dettori – una cifra che rischia seriamente di incrinare il pericolante equilibrio finanziario delle imprese, costrette da sempre a subire i ritardati pagamenti della P.a.” Per questo conclude l’Ance, “eliminare lo split payment sarebbe la scelta ideale vista anche l’ormai completa implementazione della fatturazione elettronica nei rapporti con la P.a.

Scissione dei pagamenti reazione dal mondo del lavoro

Lo Split Payement è stato più volte criticato dagli addetti ai lavori. È stato criticato a causa sopratutto della sua obbligatorietà di utilizzo che causa a alle società interessate una persistente situazione creditoria dovuta al fatto di non poter compensare il potenziale debito IVA derivante da tali cessioni con il credito IVA derivante dagli acquisti dagli stessi effettuati nell’esercizio della loro attività.

A cosa serve concretamente lo split payement?

Grazie alla scissione dei pagamenti lo Stato Italiano si ritrova nelle condizioni di incassare anticipatamente l’IVA, riducendo il rischio dell’evasione fiscale. Motivo per cui, nonostante le forti resistenze del mondo dell’edilizia lo split dei pagamenti è stato esteso (dalla Legge 50 del 2017) anche alle fatture emesse dai professionisti soggetti al regime della ritenuta d’acconto.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.