10.000 buoni motivi per seguire la formazione professionale: deducibilità spese al 100%

Per le spese di formazione professionale e di aggiornamento dei professionisti, il tetto annuo dei 10mila euro sostituisce la pregressa deducibilità limitata al 50%

Valuta questo articolo

10.000 buoni motivi per seguire la formazione professionale: deducibilità spese al 100% Totale 5.00 / 5 2 Voti

Per le spese di formazione professionale e di aggiornamento dei professionisti, il tetto annuo dei 10mila euro sostituisce la pregressa deducibilità limitata al 50%, che contrastava in maniera evidente con l’obbligo deontologico alla frequenza. I costi di viaggio e soggiorno collegati all’aggiornamento professionale non sono più disciplinati in modo specifico, per cui rientreranno nell’ambito delle regole generali riguardanti questa tipologia di spesa. Sono le principali novità contenute all’articolo 8 del Jobs act autonomi, licenziato dalla Camera e trasmesso al Senato per la definitiva approvazione.

L’attuale testo dell’articolo 54, comma 5, del Tuir prevede una deducibilità formazione professionale limitata al 50% delle “spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e di soggiorno”, forfetizzando quindi sempre l’inerenza (circolare 35/E/2012), quasi che la partecipazione a tali eventi abbia una connotazione extraprofessionale.

La modifica normativa prevede, invece, la deducibilità formazione professionale integrale per quanto riguarda le spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione professionale o aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi” con il limite annuo di 10mila euro di spese sostenute (in quest’ambito vige il principio di cassa). Evidentemente, il tetto massimo viene considerato molto più idoneo a prevenire rischi di abuso della limitazione di deducibilità.

La modifica, ora al Senato per l’approvazione definitiva che dovrebbe arrivare in brevissimo tempo, entrerà in vigore il giorno successivo a quello di pubblicazione sulla “Gazzetta Ufficiale”, cosi come previsto dall’articolo 22 dello stesso progetto di legge.

Inoltre, l’articolo 8 prevede l’integrale deducibilità per quanto riguarda le spese sostenute per la formazione professionale:

  • entro il limite annuo di 5mila euro, per le spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all’auto-imprenditorialità, mirate a sbocchi occupazionali effettivamente esistenti e appropriati in relazione alle condizioni del mercato del lavoro, erogati dagli organismi accreditati ai sensi della disciplina vigente;

  • senza limitazione, per gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà

Almeno per quest’ultima voce, la disposizione non pare a contenuto innovativo, ma resa a mero scopo di chiarimento. Infatti tutto ciò che è inerente all’attività è, per ciò stesso, deducibile dal reddito di lavoro autonomo, senza che una norma lo preveda espressamente.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.