CSE e CSP: compiti, mansioni e differenze

Il coordinatore sicurezza è una figura professionale incaricata dal committente o dal responsabile dei lavori per garantire il coordinamento tra le varie imprese impegnate nei lavori e ridurre i rischi sul lavoro.

Corso Aggiornamento Coordinatore Sicurezza
4.6/5 - (10 votes)

Nel settore della sicurezza nei cantieri edili, la figura del Coordinatore della Sicurezza riveste un ruolo fondamentale per garantire un ambiente di lavoro sicuro e protetto per tutti i lavoratori coinvolti. Due figure essenziali in questo contesto sono il Coordinatore per la Sicurezza in fase di progettazione (CSP) e il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione (CSE). In questo articolo, vedremo le differenze tra queste due figure, i loro compiti, mansioni e obblighi formativi del coordinatore della sicurezza.

Chi è il CSP

Il Coordinatore per la Sicurezza in fase di progettazione (CSP) è una figura professionale incaricata di redigere il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) e il Fascicolo, documenti essenziali per la sicurezza del cantiere. Il CSP svolge il suo ruolo nella fase iniziale del progetto, collaborando strettamente con il progettista per integrare gli aspetti di sicurezza nelle scelte architettoniche e nell’organizzazione delle opere.

Chi è il CSE

Il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione (CSE), d’altro canto, è responsabile di coordinare e controllare l’applicazione del PSC durante l’intera durata dei lavori. Il CSE si occupa di vigilare sul rispetto delle procedure di lavoro e verificare la validità del Piano Operativo di Sicurezza (POS), assicurandosi che tutte le imprese coinvolte seguano le misure preventive per garantire la sicurezza dei lavoratori.

Le principali differenze tra CSP e CSE

Le differenze principali tra CSP e CSE riguardano i loro compiti e la fase in cui operano:

  1. compiti in fase di progettazione: il CSP redige il PSC e il Fascicolo, organizzando le misure di sicurezza per la realizzazione dell’opera, mentre il CSE si concentra sulla verifica dell’applicazione di tali misure durante l’esecuzione dei lavori;
  2. compiti in fase di esecuzione: il CSP svolge il suo ruolo dalla fase iniziale del progetto fino alla presentazione delle offerte, mentre il CSE inizia il suo intervento quando più imprese partecipano ai lavori;
  3. responsabilità penali: il CSP è soggetto a responsabilità penali basate sulla prevedibilità degli incidenti, considerando se i rischi potrebbero essere stati previsti e prevenuti durante la progettazione. Il CSE ha il potere di segnalare inadempienze e proporre sospensioni dei lavori in caso di necessità.

I requisiti

Per diventare Coordinatore della Sicurezza in cantiere, sia come CSP che come CSE, sono richiesti specifici requisiti:

  • Diploma di laurea in ingegneria, architettura, geologia, scienze agrarie o scienze forestali, con attestato di almeno un anno di attività lavorativa nel settore delle costruzioni.
  • Diploma universitario in ingegneria o architettura con attestato di almeno due anni di attività lavorativa nel settore delle costruzioni.
  • Diploma di geometra, perito industriale, perito agrario o agrotecnico con attestato di almeno tre anni di attività lavorativa nel settore delle costruzioni.

In aggiunta a uno di questi requisiti di titolo di studio ed esperienza, è necessario frequentare un corso di formazione specifico della durata complessiva di 120 ore, come il Corso Coordinatore Sicurezza 120 ore, che permette di ottenere l’abilitazione a svolgere il ruolo di Coordinatore della Sicurezza.

Inoltre, è necessario seguire un corso di aggiornamento professionale per Coordinatori della Sicurezza per restare sempre aggiornati in materia.

I compiti

I compiti del CSP e del CSE si distinguono in base alla fase in cui operano. Mentre il CSP si focalizza sulla progettazione del PSC e del Fascicolo, il CSE si impegna a coordinare e controllare l’attuazione di tali misure durante l’esecuzione dei lavori.

Compiti del CSP

I compiti del CSP sono:

  • Redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC)
  • Collaborazione con il progettista per integrare gli aspetti di sicurezza nella progettazione
  • Organizzazione delle misure preventive e protettive per la tutela della sicurezza dei lavoratori.

Compiti del CSE

I compiti del CSE sono:

  • Verifica dell’applicazione del PSC e delle procedure di lavoro da parte delle imprese coinvolte
  • Controllo della validità del Piano Operativo di Sicurezza (POS) delle imprese
  • Coordinazione e cooperazione tra datori di lavoro e lavoratori autonomi
  • Segnalazione di inadempienze e proposta di sospensione dei lavori in caso di necessità.

Gli obblighi

Abbiamo parlato di requisiti e compiti, veniamo ora gli obblighi che interessano le due figure. Anche in questo caso possiamo notare delle differenze generate dai diversi incarichi.

Il CSP ha l’obbligo di:

  1. Redigere il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC): un documento fondamentale per regolare la sicurezza del cantiere durante l’intera durata dei lavori. Il PSC contiene tutte le misure preventive e protettive da adottare per garantire la sicurezza dei lavoratori.
  2. Predisporre il Fascicolo dell’opera: deve elaborare il Fascicolo contenente tutte le informazioni utili per la prevenzione e la protezione dai rischi a cui i lavoratori saranno esposti durante l’esecuzione delle attività. Questo Fascicolo deve essere a disposizione di tutti gli operatori coinvolti nel cantiere.
  3. Collaborazione con il progettista: deve cooperare strettamente con il progettista dell’opera, in modo da integrare nel progetto tutte le misure di sicurezza necessarie fin dalla fase iniziale.
  4. Prevedere apprestamenti e sfasamenti delle lavorazioni: deve progettare e prevedere apprestamenti e sfasamenti delle lavorazioni in cantiere, al fine di ridurre al minimo i rischi di incidenti e garantire un’efficace gestione delle attività.
  5. Valutazione dei rischi: deve effettuare la valutazione dei rischi specifici del cantiere e delle attività da svolgere, in modo da individuare i potenziali pericoli e adottare le misure preventive adeguate.
  6. Coordinazione con gli altri coordinatori: nel caso in cui nel cantiere siano presenti più coordinatori (ad esempio, CSP e CSE), il CSP deve coordinarsi con gli altri professionisti per garantire una gestione unitaria della sicurezza.
  7. Responsabilità penali: è soggetto a responsabilità penali in caso di incidenti o infortuni derivanti da mancanza di misure preventive adeguate nella fase di progettazione.

Il CSE ha l’obbligo di:

  1. Verificare l’applicazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC): deve controllare che tutte le imprese coinvolte rispettino le disposizioni contenute nel PSC, che è il documento che regola la sicurezza del cantiere durante l’intera durata dei lavori.
  2. Controllare del Piano Operativo di Sicurezza (POS): deve verificare che il POS e il PSC siano coerenti e che contengano tutte le misure preventive necessarie per garantire la sicurezza dei lavoratori.
  3. Verificare degli accordi tra le parti sociali: deve assicurarsi che gli accordi tra i rappresentanti della sicurezza siano rispettati per migliorare la sicurezza sul cantiere.
  4. Segnalare di inadempienze: in caso di violazioni delle norme di sicurezza da parte di imprese o lavoratori autonomi, ha l’obbligo di segnalare tali inadempienze al responsabile dei lavori, proponendo eventuali misure correttive.
  5. Proporre la sospensione dei lavori: se il CSE rileva situazioni di pericolo grave e imminente, può proporre la sospensione delle lavorazioni fino a quando le misure correttive necessarie non saranno adottate.
  6. Comunicare le inadempienze: nel caso in cui il responsabile dei lavori non prenda provvedimenti riguardo alle segnalazioni fatte dal CSE, quest’ultimo ha l’obbligo di comunicare l’inadempienza alle autorità competenti, come l’ASL (Azienda Sanitaria Locale) e la Direzione Provinciale del Lavoro.
  7. Controllare costantemente il cantiere: deve monitorare regolarmente il cantiere per accertarsi che tutte le misure di sicurezza siano rispettate e che non ci siano lavorazioni pericolose.

Le responsabilità

Entrambe le figure hanno una grande responsabilità nella sicurezza sul cantiere. Il CSP è soggetto a responsabilità penali basate sulla prevedibilità degli incidenti durante la progettazione, mentre il CSE deve vigilare attentamente sull’applicazione delle misure preventive e segnalare eventuali inadempienze.

CSP e CSE possono essere la stessa persona?

Sì, è possibile che la figura del CSP e del CSE sia ricoperta dalla stessa persona, a condizione che questa abbia i requisiti e l’abilitazione necessari per entrambi i ruoli. Tuttavia, è importante notare che la separazione delle due figure può essere vantaggiosa per garantire un’approfondita attenzione sia alla fase di progettazione che a quella di esecuzione, massimizzando così la sicurezza sul cantiere.

Corsi Academy
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento