10 consigli per scegliere la polizza assicurativa professionale

Corsi Accreditati per l'Aggiornamento Professionale
5/5 - (7 votes)

La “Riforma delle professioni” ha reso obbligatoria la stipula di una polizza assicurativa professionale per coprire gli eventuali danni causati ai clienti nell’esercizio dell’attività professionale. Secondo la Riforma delle Professioni infatti il professionista e tenuto a stipulare, anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti, una Polizza assicurativa professionale per i danni derivanti ai cliente dall’esercizio dell’attività professionale, comprese le attività di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso. Il professionista deve inoltre rendere noti al cliente, al momento dell’assunzione dell’incarico, gli estremi della polizza assicurativa professionale, il relativo massimale e ogni variazione successiva.

La scelta di una polizza assicurativa professionale è dunque un passaggio cruciale per tutelare se stessi e la propria attività nel corso della carriera.

Questo articolo si rivolge in particolare agli architetti, ingegneri e a tutti quei professionisti che necessitano di una copertura assicurativa adeguata alle proprie esigenze. Seguendo questi semplici consigli, sarà possibile orientarsi meglio nel vasto mondo delle assicurazioni professionali.

1 – Conoscere le esigenze specifiche del proprio settore

Prima di sottoscrivere una polizza, è fondamentale comprendere le necessità specifiche legate alla propria professione. Gli architetti e gli ingegneri, ad esempio, richiedono coperture che tengano conto dei possibili rischi professionali, come errori nei progetti o nei calcoli strutturali. Per loro esistono polizze su misura che offrono protezione in questi casi.

Conoscere il prodotto di cui si ha bisogno è il primo passo per comprendere le possibili differenze tra una polizza assicurativa professionale per architetti e una per geometri, ingegneri o altre figure professionali.

2 – Valutare la copertura per infortuni

Un aspetto da non trascurare è la copertura per infortuni, soprattutto per i liberi professionisti che, in caso di inabilità temporanea, potrebbero trovarsi in difficoltà senza un adeguato sostegno economico. Le polizze per infortuni offrono una gamma di soluzioni per proteggersi da queste eventualità.

3 – Informarsi su Inarcassa

Per gli architetti e gli ingegneri, Inarcassa rappresenta un punto di riferimento importante per quanto riguarda la previdenza e l’assistenza sociale. Informarsi sulle soluzioni assicurative offerte da Inarcassa può essere un’ottima strategia per integrare la propria copertura assicurativa con servizi dedicati a queste professioni.

La polizza assicurativa obbligatoria per gli ingegneri è un esempio di come Inarcassa e altre istituzioni si adoperino per fornire agli ingegneri le coperture necessarie per esercitare la professione in sicurezza.

4 – Considerare l’autocertificazione

L’autocertificazione può semplificare alcune procedure assicurative, ma è importante valutare attentamente cosa si sta firmando. Assicurati che le informazioni fornite siano corrette e che non ci siano clausole che possano limitare la tua copertura in caso di sinistro.

5 – Gestire la disdetta

Informarsi sulle modalità di disdetta della polizza è essenziale. Molti contratti prevedono termini specifici per la disdetta; comprenderli può evitare spiacevoli sorprese e garantire una transizione fluida verso nuove coperture, se necessario.

6 – Capire quanto costa una polizza assicurativa professionale

Il costo di una polizza assicurativa professionale può variare notevolmente in base alla professione, al livello di copertura desiderato e agli eventuali rischi specifici. È importante richiedere preventivi dettagliati per valutare l’offerta più adeguata alle proprie esigenze e capacità economiche.

7 – Polizza RC professionale: cosa copre

La Responsabilità Civile Professionale (RC Professionale) protegge il professionista da danni causati a terzi nell’esercizio della propria attività. Comprendere esattamente cosa copre questa polizza è fondamentale per scegliere quella giusta. Questi dettagli possono variare, quindi è essenziale leggere attentamente i termini della polizza.

Ad esempio, la polizza professionale per geometri coprono le richieste di risarcimento danni pervenute per la prima volta e denunciate all’assicuratore durante il periodo coperto dall’assicurazione. I danni vengono coperti se causati da attività professionale che è stata svolta durante il periodo di validità. Non sono coperti danni dovuti a fatti antecedenti alla stipula. Il Consiglio Nazionale dei Geometri consiglia inoltre di inserire nella polizza la retroattività illimitata o che copra almeno 10 anni postumi.

In linea generale, in caso di cessazione dell’attività è necessario essere garantiti per richieste danni che l’assicurato potrebbe ricevere nel futuro. Anche in questo caso e consigliabile un periodo lungo. Per non rendere vana la garanzia, è utile che l’estensione postuma operi anche per i fatti commessi nel periodo di retroattività concesso e non solo nel periodo assicurativo.

8 – Attenzione ai massimali e sotto limiti

Tutti i danni dovrebbero essere compresi senza limitazioni di massimale che deve essere “adeguato” ai rischi della propria professione. Prestare attenzione ai sotto limiti presenti in polizza. Particolarmente limitante la presenza del sotto limite per danni patrimoniali ad 1/3 del massimale complessivo.

9 – La franchigia

Quando si sceglie l’assicurazione è preferibile optare sempre per una franchigia espressa in forma fissa (esempio franchigia €1.000) e qualora esposta in percentuale è opportuno avere l’accortezza di fissarne un limite minimo e uno massimo, ciò ai fini di circoscriverne il peso in termini certi (esempio 10% minimo €1.000 massimo €15.000).

10 – Formazione continua

Infine, la formazione continua è un elemento chiave per ridurre i rischi professionali. Aggiornarsi costantemente sulle novità del proprio settore può aiutare a prevenire errori e sinistri. Per questo, è consigliabile partecipare a corsi accreditati per l’aggiornamento professionale.

La scelta di una polizza assicurativa professionale richiede attenzione e cura ma è un passaggio essenziale per i diversi professionisti.

Tutti I Corsi
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento