Facciamo chiarezza sul tema (dibattuto) delle professionalità BIM non regolamentate

Con lo sviluppo del BIM, si presenta sul mercato l’opportunità di svolgere un’attività professionale che richiede specifiche competenze

Corso Bim Revit

Valuta questo articolo

Facciamo chiarezza sul tema (dibattuto) delle professionalità BIM non regolamentate Totale 5.00 / 5 4 Voti

Con lo sviluppo del BIM (Building Information Modeling), sono nate diverse opportunità professionali e diverse figure professionali. Un oceano tempestoso che per Accredia necessità di essere regolamentato e normato. La certificazione professionale BIM è la soluzione che Accredia ha indicato per fare chiarezza sull’argomento.

Quali sono le nuove figure professionali sulle quali sarà applicata la certificazione professionale BIM proposta da Accredia?

Il Bim Specialist si occupa dell’utilizzo del software per la realizzazione di un progetto in BIM e dello sviluppo del modello 3D. Elabora e modifica in corso d’opera i modelli grafici ed esegue l’estrazione dei dati. Il BIM SPECIALISTI opera vario titola nel settore dell’Architettura, in quello delle strutture, nella progettazione e installazione degli impianti e nell’importantissimo campo della progettazione delle infrastrutture.

Il BIM Manager gestisce e aggiorna le linee guida di organizzazione sulla gestione informativa. Garantisce il coordinamento del progetto, gestisce i ruoli e le fasi previste. Al BIM Manager è riservato il fondamentale compito dell’elaborazione del capitolato informativo per il committente e del BIM Execution Plan (piano per la gestione Informativa) a uso interno dell’azienda. Opera a stretto contatto con tutte le altre professionalità BIM ma in particolare con il BIM coordinator con il quale cura la modifica dei contenuti informativi.

Il CDE manager è la figura professionale che materialmente gestisce l’ambiente di lavoro garantendo lo scambio di informazioni tra i diversi livelli e tra i diversi professionisti che partecipano alla realizzazione di un progetto.

Quali sono le normative e i regolamenti che normano e dirigono la materia delle competenze dei professionisti BIM?

  • UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 “Requisiti generali per gli organismi che operano nella certificazione del Personale”.
  • UNI 11337-1:2017 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 1: Modelli, elaborati e oggetti informativi per prodotti e processi
  • UNI/TS 11337-3:2015 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse – Parte 3: Modelli di raccolta, organizzazione e archiviazione dell’informazione tecnica per i prodotti da costruzione
  • UNI 11337-4:2017 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 4: Evoluzione e sviluppo informativo di modelli, elaborati e oggetti
  • UNI 11337-5:2017 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 5: Flussi informativi nei processi digitalizzati
  • UNI/TR 11337-6:2017 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 6: Linea guida per la redazione del capitolato informativo
  • UNI 11337-7:2018 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni – Parte 7: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa
  • ISO 19650:2018 “Organization and digitalization of information about buildings and civil engineering works, including building information modelling (BIM) – Information management using building information modelling – Parte 1: Concepts and principles e Parte 2: Delivery phase of the assets”;
  • Legge n. 4 del 14/01/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 2009/C 155/02 del 18 giugno 2009 sull’istituzione di un sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET)
  • Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2008, sulla costituzione del quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EFQ) (Gazzetta ufficiale C 111 del 6.5.2008).

Rimani aggiornato su tutte le novità in arrivo.

Scarica l'approfondimento
Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.