All News #15 – Stime immobiliari, edifici ecosostenibili in canapa e efficienza energetica ENEA

Nella quindicesima puntata di Unione Professionisti All News si parla di Ricerca Compravendite 2.0, Case Ecologiche, Efficienza Energetica e Condizionatori

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Nella quindicesima puntata di Unione Professionisti All News si parla di Ricerca Compravendite 2.0, tutte le ultime novità per migliorare le stime immobiliari; Edifici ecosostenibili, come realizzare dei moderni edifici ecologici sfruttando l caratteristiche della Canapa; i 10 comandamenti dell’Enea in tema di Efficienza energetica, come risparmiare in bolletta e garantirsi un corretto funzionamento di Condizionatori e Climatizzatori.

Le Stime immobiliari  del futuro. Si chiama “Ricerca Compravendite 2.0” ed è il nuovo sistema per facilitare il lavoro dei periti immobiliari nel ricercare immobili su tutto il territorio italiano e trovare comparabili per la proprie Stime immobiliari. Totalmente online questo servizio informatico ideato da STIMATRIX, azienda leader, specializzata nell’ideazione di soluzioni per le valutazioni immobiliari, ha lo scopo di ottenere gli estremi di uno o più atti di compravendita immobiliare in base ad una ricerca dettagliata di immobili geo-riferiti su mappa e collegati anche a Google Street View.

Costruire edifici ecosostenibili e riqualificare il patrimonio edilizio potrebbe far risparmiare il 50% di energia. In questo contesto gli edifici svolgono un ruolo chiave in quanto sono responsabili di buona parte del consumo energetico nazionale: secondo studi ENEA, infatti,  i consumi energetici nelle abitazioni in Italia sono responsabili del 45% delle emissioni di CO2.

“Grazie al progetto Effedil” sottolinea Vincenza Luprano dell’ENEA “oggi sappiamo che la canapa è un ottimo materiale per il suo potenziale di isolamento termico e per costruire edifici sempre più sostenibili in un’ottica di economia circolare, anche per l’ampia disponibilità sul territorio pugliese e per l’impatto sull’ambiente del ciclo produzione-utilizzo-dismissione”.

La canapa è un materiale dalle innumerevoli applicazioni perché molto versatile e sostenibile: dalla medicina all’alimentazione, dall’industria tessile a quella cartiera, inoltre per coltivarla non vengono utilizzano pesticidi.

Enea efficienza energetica, come risparmiare e non farsi prosciugare le finanze per colpa di un uso indiscriminato di climatizzatori e condizionatori.

  • Occhio alla classe energetica. Il primo  suggerimento per l’uso ‘intelligente’dell’aria condizionata parte dalla scelta del condizionatore: sono da preferire i modelli in classe energetica A o superiore.

  • Preferite gli inverter . Gli apparecchi dotati di tecnologia inverter adeguano la potenza all’effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento e sono quindi da preferire.

  • Approfittate degli incentivi . Per l’acquisto di una pompa di calore, se destinata a sostituire integralmente o parzialmente il vecchio impianto termico, si può usufruire dell’’Ecobonus’, la detrazione dall’IRPEF che fino al 31 dicembre 2016 sarà del 65%, oppure del ‘Conto termico’, un incentivo che varia in funzione della dimensione dell’impianto.

  • Attenzione alla posizione. È importante collocare il climatizzatore nella parte alta della parete: infatti, l’aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda che invece tende a salire. Occorre assolutamente evitare di mettere il climatizzatore dietro divani o tende: l’effetto-barriera blocca la diffusione dell’aria fresca.

  • Attenzione a non raffreddare troppo l’ambiente. Due o tre gradi in meno della temperatura esterna sono sufficienti. Spesso basta attivare solo la funzione “deumidificazione”, perché è l’umidità presente nell’aria che fa percepire una temperatura molto più alta di quella reale.

  • Ogni stanza ha bisogno del suo climatizzatore. Non è corretto installare un condizionatore potente in corridoio sperando che rinfreschi tutta casa: l’unico risultato sarà quello di prendersi un colpo di freddo ogni volta che si passa per il corridoio andando da una stanza all’altra, perché sarà l’unico locale ad essere raffrescato.

  • Non lasciate porte e finestre aperte.  Sembra banale, ma così si evita di riscaldare l’aria all’interno.

  • Coibentare i tubi del circuito refrigerante all’esterno dell’abitazione. Se esposti direttamente al sole possono danneggiarsi. Inoltre è bene assicurarsi che la parte esterna del climatizzatore non sia esposta direttamente al sole e alle intemperie.

  • Usare il timer e la funzione ‘notte’.  In questo modo si riesce a ridurre al minimo il tempo di accensione dell’apparecchio.

  • Occhio alla pulizia e alla corretta manutenzione.  I filtri dell’aria e le ventole devono essere puliti alla prima accensione stagionale e almeno ogni due settimane perché lì si annidano facilmente muffe e batteri dannosi per la salute. Se sono deteriorati vanno sostituiti. È importante anche controllare la tenuta del circuito del gas.

Non perdete la prossima puntata di Unione Professionisti All News. L’informazione video tornerà venerdi 15 Luglio 2016.


Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.