Contabilizzatori di calore e valvole termostatiche: si va verso una proroga tecnica?

Secondo quanto stabilito dal Dlgs. 102/2014, il 31 dicembre 2016 scade l’obbligo di istallazione delle valvole termostatiche in ogni unità immobiliare.

Corso Energy Manager

Valuta questo articolo

Contabilizzatori di calore e valvole termostatiche: si va verso una proroga tecnica? Totale 5.00 / 5 5 Voti

Secondo quanto stabilito dal Dlgs. 102/2014, il 31 dicembre 2016 scade l’obbligo di istallazione delle valvole termostatiche in ogni unità immobiliare. Il Coordinamento unitario dei proprietari immobiliari (Arpe – Federproprietà – Confappi – Uppi ) e l’Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) hanno lanciato l’allarme sui costi eccessivi

Tutti gli italiani proprietari di casa sono obbligati ad installare, entro il 31 dicembre 2016, le valvole termostatiche per la contabilizzazione di calore nelle proprie abitazioni, pena sanzioni sino a 2.500 euro per unità immobiliare. Questo quello che stabilisce il Dlgs. 102/2014, contro il quale si è sollevato un movimento di protesta: il Coordinamento unitario dei proprietari immobiliari (Arpe – Federproprietà – Confappi – Uppi ) e l’Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) hanno avanzato dubbi sulla legittimità costituzionale della norma che contiene tale imposizione, oltre a sostenere l’assoluta inopportunità di costringere i cittadini, in un lasso di tempo così breve, a sostenere ingenti spese per istallare i contabilizzatori di calore, in un momento economico così critico.

Per sensibilizzare sul tema le istituzioni e l’opinione pubblica, nei giorni scorsi è stato organizzato un incontro pubblico, al quale sono stati invitati i rappresentanti delle Associazioni di Amministratori di condominio, dei Proprietari immobiliari e degli Ordini Professionali, oltre ad alcuni Parlamentari, interessati a vario titolo dal provvedimento dell’obbligo valvole termostatiche.

E’ intervenuto, fra gli altri, il Consigliere nazionale CNGEGL Pasquale Salvatore, che si è espresso a favore di una “proroga tecnica, per mancato adempimento alla scadenza fissata per il 31.12.2016”, in quanto lo slittamento del termine permetterebbe di “informare meglio i cittadini interessati, eseguire accertamenti tecnici adeguati a fare una diagnosi energetica di qualità, e spalmare su un numero di anni maggiore la spesa necessaria ad eseguire gli aggiornamenti impiantistici”.

Gli interventi da effettuare per adempiere alle disposizioni previste nella legge, infatti, hanno costi importanti; i benefici fiscali e il risparmio economico annuale non sono argomenti sufficientemente convincenti; a questo si aggiungono le difficoltà realizzative.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.