Dal 2017 le nuove lauree professionalizzanti, novità per i geometri laureati

Il Presidente CNGeG Savoncelli interviene sulla proposta di Gaetano Manfredi, Presidente della Conferenza dei Rettori (CRUI): quali novità per i geometri laureati?

Corsi Crediti Geometri

Valuta questo articolo

Dal 2017 le nuove lauree professionalizzanti, novità per i geometri laureati Totale 5.00 / 5 3 Voti

Dal 2017 le nuove lauree professionalizzanti, novità per i geometri laureati. In un recente intervento pubblico, il Presidente della Conferenza dei rettori (CRUI), Gaetano Manfredi, ha dichiarato che “ il sistema universitario è pronto per costruire un percorso triennale professionalizzante strutturato per un terzo come formazione formale, per un terzo come formazione tecnica e per un terzo on the job”. L’obiettivo è “costruire un triennio che sia davvero formativo, con una governance composta non solo dai professori universitari, ma in maniera paritetica dai rappresentanti del mondo del lavoro e delle professioni”.

Se è questo l’identikit delle future lauree triennali professionalizzanti, è lecito affermare che il percorso di riforma indicato dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati in occasione del suo insediamento è un candidato autorevole al ruolo di progetto pilota: le linee strategiche e operative sono state presentate al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini sin dal 2014, originando un dialogo costruttivo con le forze politiche divenuto nell’ultimo anno un vero e proprio confronto serrato, preludio all’auspicato “ultimo miglio”.

In cosa consiste il percorso studiato da CNGeGL e da Ministero dell’Istruzione per quanto riguarda l’ormai imminente percorso di studi per geometri laureati?

Le università non potranno presentare un piano di studi differenti da quello proposto dal Consiglio nazionale geometri e geometri laureati; una misura che mira a tutelare le specificità di questo indirizzo di studi.

“La professione del geometra sta diventando” ha affermato alcuni mesi fa Maurizio Savoncelli, presidente del Consiglio nazionale dei geometri e dei geometri laureati “molto più di ciò che ha pur sempre rappresentato. I geometri italiani sono giovani, dinamici, riescono ad interpretare le richieste del mercato in periodo difficile come quello che stiamo vivendo”.

In Italia i geometri iscritti all’albo sono 95.642, dei quali quasi 9.661 hanno meno di 30 anni, e 33.010 meno di 40.

La proposta di CNGeGL e CRUI permetterà ai giovani geometri di completare il proprio percorso di studi con una specifica laurea triennale. Un’innovazione, che rafforzerà la figura professionale del geometra nel quadro della più ampia concorrenza europea.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.