Milleproroghe 2015: tutti i dettagli

Tutti dettagli del decreto milleproroghe: da Equitalia al regime minimi passando per gli sfratti

Valuta questo articolo

Milleproroghe 2015: tutti i dettagli Totale 4.62 / 5 13 Voti

Oramai, il cosiddetto “decreto milleproroghe” ha ricevuto il via libera per la conversione in legge e promette di “sconvolgere” la vita di migliaia di professionisti e non. In dettaglio tutte le sue misure:

Equitalia

Il decreto milleproroghe riapre la possibilità di rateizzare le cartelle emesse dall’ente di riscossione Equitalia. Tale facoltà, già concessa nel 2014, dovrebbe accompagnare i contribuenti nel nuovo anno.

La proroga prevista nel decreto milleproroghe  dovrebbe terminare il prossimo 31 luglio; come già avvenuto in passato, inoltre, non “dovrebbero” essere previste ulteriori proroghe. È prevista, inoltre, la conferma della decadenza dal beneficio della rateizzazione per i soggetti che non onoreranno il pagamento di due rate, anche se non consecutive.

Regime dei minimi

Il decreto milleproroghe lascia invariato il vecchio regime dei minimi. Nessuna modifica in vista per gli aderenti al regime agevolato per le nuove partite IVA. L’aliquota forfettaria applicata rimane pari al 5%. Anche i requisiti di permanenza nel regime agevolato, inoltre, non cambiano neppure i contributi inps relativi alle partite iva.

Dietro front  invece rispetto a quanto annunciato nei mesi scorsi per quanto riguarda i contributi inps. Anche per il 2015 l’aliquota contributiva per le partite IVA iscritte alla gestione separata dell’INPS continuerà a essere del 27,72%. È stato previsto un aumento percentuale di un punto per il 2016 ed il 2017, però. L’innalzamento toccherà quota 29,72%, cioè un punto in meno di quanto invece era stato previsto per il 2015.

Sfratti

Concessa una breve proroga di quattro mesi per l’esecuzione degli sfratti. Secondo voci di corridoio, si tratterebbe comunque di una misura non risolutiva per quanto rappresenti concretamente la concessione di tempo maggiore per la ricerca di una nuova abitazione. La norma non sarà applicata in automatico a tutti i casi di sfratto: sarà il giudice a determinare, di volta in volta, l’applicabilità della stessa al caso specifico.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.