La riqualificazione degli spazi interni di un appartamento romano

Una residenza verticale aperta sul cielo. Il progetto di riqualificazione degli spazi interni di un attico romano

Corso Autocad

Valuta questo articolo

La riqualificazione degli spazi interni di un appartamento romano Totale 5.00 / 5 6 Voti

Il progetto per la riqualificazione degli spazi interni di un ampio appartamento situato in una delle zone residenziali più belle di Roma si caratterizza per lo studio e la cura dei dettagli, che hanno generato un ambiente luminoso, fruibile e aperto. L’intervento, a firma di Westway Architects, ha generato un microcosmo abitativo complesso sul piano concettuale e realizzativo, il cui disegno geometrico conferisce all’insieme una valenza quasi scultorea. Un progetto di riqualificazione degli spazi interni che dimostra ancora una volta le grandi potenzialità di tanti appartamenti italiani, spesso costretti in strutture oramai vecchie di decenni, se non di secoli.

Westway Architects ha trasformato il grande appartamento di 180 metri quadrati in uno spazio dinamico che regala visuali ricche e stimolanti grazie alla dimensione dilatata e rarefatta e allo sviluppo in verticale, verso la terrazza privata, che è la vera protagonista dell’intervento. Obiettivo della committenza era quello di realizzare una camera matrimoniale, una stanza singola e una per gli ospiti al piano superiore e attorno a questo fulcro pensare la parte giorno, senza vincoli.

Come è stata studiata la ricomposizione dei livelli abitativi nella riqualificazione degli spazi interni portata avanti dallo studio di architettura italiano Westway Architects?

Il progetto è nato a partire dalla riconformazione dei due collegamenti con il piano superiore.  L’intervento di riqualificazione degli spazi interni è stato infatti doppio. Un primo intervento è stato caratterizzato dalla rimozione di una scala a chiocciola che penetrava nell’appartamento dal terrazzo superiore. Scala a chiocciola sostituita da una scala esterna che collega direttamente i due terrazzi rendendosi partecipe dello spazio esterno.

Come ogni progetto di Westway Architects, la scala deve rappresentare, secondo le parole dell’architetto Maurizio Condoluci, “un oggetto di design, fascinoso, scultoreo, non meramente funzionale”. Il suo ruolo, negli interni firmati dallo studio romano, è quello di “cambiare prospettiva”.

Fissati i due elementi di collegamento, la distribuzione degli spazi è stata facilmente definita facendo gravitare sul soggiorno tutte le connessioni. La cucina è filtrata dalla scala interna e separata da una parete di vetro satinato, con un vetro fisso che funge da parapetto per la scala e due porte che permettono una libera circolazione dei flussi privati e pubblici tra soggiorno e cucina stessa.

Una riqualificazione degli spazi interni che è riuscita a mettere in collegamento area interna e area esterna, in un dialogo tra interno ed esterno che valorizza le partizioni vetrate filtrate con tende

La dilatazione degli spazi attraverso le partizioni vetrate filtrate con tende si compie anche tra la camera da letto matrimoniale e il soggiorno in collegamento visivo per mezzo di un vetro trasparente a tutt’altezza, schermato quando serve da tendaggi oscuranti, garantendo viste incrociate che rendono la casa quasi totalmente permeabile e fruibile sia all’interno sia all’esterno.  Ad accentuare questa percezione è stata realizzata in soggiorno una parete vetrata di circa 6,5 metri a “L” che gravita sul camino con apertura bifacciale che, con la sua funzione baricentrica, apre visivamente all’esterno e dilata lo spazio.

Chi è il Westway Architects che ha realizzato gli importanti lavori di riqualificazione degli spazi interni in un appartamento romano.

Westway Architects è uno studio di architettura fondato a Roma nel 2005 da Luca Aureggi e Maurizio Condoluci, con sedi a Roma e a Milano. Il nome prende origine dalla volontà di unire le esperienze professionali e di vita acquisite negli Stati Uniti con la cultura della terra di origine.

In 10 anni di attività Westway Architects è diventato uno dei più stimati e completi studi della nuova generazione italiana di progettisti. Lo testimoniano progetti di grande complessità e maestria quali la risistemazione delle cantine e degli edifici industriali del complesso Santa Margherita a Portogruaro, il nuovo palazzo in contesto storico di via Monte Grappa a Milano, i negozi Nike, il concept per l’area food di Blomingdale a New York, l’auditorium del Gruppo Caltagirone a Roma, gli uffici di Cementir Holding a Roma e di Italiana Costruzioni a Milano, unitamente a una notevole varietà di interventi nel retail e nell’edilizia residenziale privata.

Tutti I Corsi
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.