Il mercato delle case vacanza è in lieve ripresa ma …

Lieve ripresa per il mercato delle case vacanza, ma serve ridurre le tasse sul mattone

Valuta questo articolo

Il mercato delle case vacanza è in lieve ripresa ma … Totale 5.00 / 5 2 Voti

Presentato a Roma l’Osservatorio Nazionale sulle case vacanza 2015 realizzato da Fimaa in collaborazione con Nomisma. Crescono le intenzioni di acquisto ma i dati reali restano piatti.

L’osservatorio delle  case vacanza presentato a Roma rappresenta una vera e propria”fotografia” dell’andamento del mercato degli immobili nelle principali località turistiche per l’estate 2015 con le variazioni, Regione per Regione, dei canoni d’affitto e dei prezzi medi di vendita rispetto al 2014.

Questi, in sintesi, i temi che sono stati toccati nel corso della presentazione alla stampa dell’Osservatorio Nazionale Immobiliare Turistico 2015 sul mercato delle case per vacanza realizzato da Fimaa-Confcommercio , in collaborazione con la Società di studi economici NOMISMA. 

“ Dopo anni di crisi si rilevano le prime note positive di un mercato trainato soprattutto dalle località marine” ha affermato nel corso della presentarne il presidente di Fimaa, Santino Taverna, commentando i dati dell’Osservatorio  “non si può certo parlare di ripresa conclamata, ma un certo ottimismo inizia ad emergere. La cautela rimane doverosa per evitare l’ennesima illusione dei tanti operatori immobiliari e creditizi che tuttora stanno pagando gli effetti di una crisi pesantissima del comparto”. ”

“ Saranno i risultati dei prossimi mesi comunque” ha dichiarato il presidente Taverna “a confermare o meno l’attuale tendenza positiva del mercato. Ma a di là dei dati dobbiamo purtroppo evidenziare i 750mila posti di lavoro persi nella filiera e tanti operatori privati della speranza di ritrovare occupazione”.

Una ripresa che purtroppo viene frenata da quello che da anni rappresenta uno dei principali problemi nel settore del mattone, l’eccessiva tassazione “Anche se il clima di fiducia delle famiglie sembra migliorare” ha continuato il suo intervento Taverna “rimane una elevata pressione fiscale sugli immobili, caratterizzata da Tasi, Imu, Registro e bollo, Irpef, Cedolare, che frena e ritarda la vera svolta positiva del settore. Le difficoltà di accesso al credito dei giovani e degli stranieri costituiscono ancora una pesante zavorra per la vera ripresa del mercato delle case e delle case vacanza”.

Nonostante tutto i segnali e i dati comunicati a Roma nel corso della presentazione dell’osservatorio sulle case vacanza rimangono comunque positivi e incoraggianti, I segnali sono comunque incoraggianti e s’inizia ad intravedere il sereno dopo la tempesta.

“ Elementi che sembrano restituire speranza” come gli ha definiti Taverna “se nel 2014 il settore turistico del Belpaese è stato retto quasi esclusivamente dalle presenze straniere, quest’anno si registra un ritorno di turisti italiani nelle località di mare, lago e montagna”.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.