Crescita continua per le imprese di costruzione italiane all’estero

Più che triplicato il fatturato delle aziende di costruzione italiane al’estero

Valuta questo articolo

Crescita continua per le imprese di costruzione italiane all’estero Totale 4.00 / 5 1 Voti

Per il nono anno consecutivo continua a crescere il fatturato delle imprese di costruzione italiane all’estero: +8,6% nel 2013.

Un valore che dal 2004 è più che triplicato, passando da 3 a 9,5 miliardi di Euro. Il fatturato delle società di costruzione italiane che operano all’estero rappresenta ormai il 60% del fatturato totale prodotto. Solo nell’ultimo anno, infatti, sono state acquisite all’estero dalle imprese italiane ben 17 miliardi di euro di commesse.

Dati positivi e confortanti sono quelli emersi dal rapporto elaborato dall’Ance, presentato mercoledì 8 Ottobre a Villa Madama con il Ministero degli Esteri.

All’incontro capitolino hanno partecipato il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Lapo Pistelli, il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ambasciatore Michele Valensise, insieme al Presidente dell’ANCE, Paolo Buzzetti, e al Vice Presidente e Presidente del Comitato Lavori all’estero dell’Associazione, Giandomenico Ghella.

I mercati esteri continuano quindi a confermarsi uno sbocco strategico per le imprese edili di costruzione italiane, non solo come conseguenza di un mercato interno sempre più asfittico, ma in particolare per il valore e la capacità tecnica e professionale che i progettisti italiani riescono a esportare in tutti i paesi. L’elevata tecnologia raggiunta, infatti, hanno portato nell’ultimo anno al raddoppio del valore delle commesse acquisite nei Paesi del G20, notoriamente molto più competitivi e difficili da penetrare rispetto ai paesi in via di sviluppo.

Nel 2013 l’ammontare dei nuovi lavori acquisiti dalle aziende di costruzione italiane in quest’area cosi importante ha superato infatti gli 8 miliardi di euro: circa il 46% del totale.

Un successo contraddistinto dalla grande preparazione dei tecnici italiani, dovuta anche all’alto livello raggiunto dai professionisti italiani dediti alla progettazione tramite Autocad 

Oltre a quelli tradizionali delle autostrade e delle ferrovie, dove  le imprese italiane hanno da sempre una posizione leader sul mercato mondiale, le aziende di costruzione italiane stanno conquistando fette di mercato anche nell’ambito di impianti ambientali, edilizia sanitaria, hotel e centri di ricerca, un segnale che il sapere tecnologico raggiunto e la stretta collaborazione con la Farnesina stanno dando ottimi frutti all’industria delle costruzioni italiana a livello mondiale.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.