Come valutare una rettifica catastale?

Come valutare una rettifica catastale? Nell’assistere i contribuenti occorre accertare che i dati siano sufficientemente chiari, verificarne sempre la correttezza.

Corsi Crediti Geometri

Valuta questo articolo

Come valutare una rettifica catastale? Totale 4.88 / 5 8 Voti

Come valutare una rettifica catastale? Sugli accertamenti catastali è stata recentemente ribadita la necessità di esposizioni non schematiche. Al fine di non incorrere nel rischio di nullità, la rendita catastale dell’immobile deve esprimere il valore del fabbricato, considerando sia le caratteristiche proprie dello stesso, sia il contesto nel quale è ubicato, usando anche criteri comparativi. A questo proposito, ogni comune è suddiviso in zone censuarie, a ciascuna delle quali sono attribuite una o più tariffe delle diverse classi che possono essere attribuite agli immobili presenti.

Come valutare una rettifica catastale?

Per i professionisti tecnici che vogliono offrire una consulenza adeguata ai contribuenti, è opportuno accertare che l’eventuale provvedimento di Classamento dell’immobile contenga:

  • la menzione dei rapporti tra valore di mercato e catastale nella microzona di riferimento, qualora la modifica sia stata avviata su richiesta del Comune

  • l’indicazione delle trasformazioni edilizie

  • l’indicazione dei fabbricati, del loro classamento e delle caratteristiche analoghe che li rendono simili all’unità oggetto di riclassamento, quando l’atto sia conseguente a un aggiornamento o a un’incongruità rispetto ad altri immobili (sentenza 23247/2014).

Quali errori si possono riscontrare in una visura catastale?

Gli errori più frequenti riscontrabili in una visura catastale risultano essere quelli riguardanti l’indirizzo dell’immobile, il numero civico, il piano, i dati anagrafici del proprietario, la quota di proprietà.

Quando è possibile richiedere una rettifica catastale?

È possibile richiedere una rettifica dei dati catastali o correzione catastale, unicamente nel caso in cui gli errori riscontrati siano da imputare ad un non corretto inserimento degli stessi nella banca dati del Catasto, rispetto ai dati contenuti negli atti di provenienza.

Quali soggetti possono richiedere una rettifica catastale?

La rettifica può essere richiesta sia dal proprietario dell’immobile sia da un delegato alla correzione (Geometra, Studio Tecnico ndr). Il consiglio è ovviamente sempre quello di affidarsi a professionisti tecnici qualificati.

Come si richiede una rettifica catastale? Quali sono le modalità con cui si può richiedere una variazione dei dati catastali?

L’Agenzia delle Entrate ha attivato un servizio on-line completamente gratuito attraverso il quale è possibile richiedere rettifiche catastali. Un’altra modalità è quella che prevede la presentazione di un istanza di correzione direttamente agli uffici del catasto competente per territorio.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.