Prestito vitalizio ipotecario 2022: cos’è e come funziona

Valuta questo articolo

Prestito vitalizio ipotecario 2022: cos’è e come funziona Totale 5.00 / 5 1 Voti

Che cos’è il Prestito Vitalizio Ipotecario e come funziona? Si tratta di uno strumento patrimoniale a tutela della terza età. Oggi vogliamo spiegarti in cosa consiste, come utilizzarlo e quali sono le novità sui contratti di credito immobiliare ai consumatori over 60.

Vediamo in breve di cosa si tratta!

Cos’è il prestito vitalizio ipotecario?

Il prestito vitalizio ipotecario è una forma di finanziamento riservata a una particolare categoria di cittadini, gli over 60, proprietarie di un immobile residenziale. È un finanziamento concesso da banche o intermediari finanziari (il “finanziatore”), non finalizzato. Questo significa che le somme ottenute possono essere utilizzate dal soggetto finanziato, come meglio crede. 

Chi può richiedere il prestito vitalizio ipotecario?

Gli over 60, ovvero i soggetti considerati anziani dal sistema banche che, in altri casi avrebbero difficoltà a richiedere una forma di finanziamento. Grazie al prestito vitalizio ipotecario possono ottenere prestiti senza alcun vincolo legato all’età.

Come funziona il prestito vitalizio ipotecario?

Chi presenta i giusti requisiti per accedere a questa forma di prestito ha la possibilità di ottenere importi anche elevati grazie a un’ipoteca di primo grado sulla propria abitazione o su un altro immobile residenziale di sua proprietà. Come funziona questa tipologia di prestito? 

Una delle caratteristiche principali riguarda il fatto che il beneficiario non è tenuto a pagare le rate di rimborso del debito, che si estingue in automatico alla sua morte con la vendita dell’immobile o con i saldo da parte degli eredi. In quest’ultimo caso gli eredi non dovranno rinunciare alla proprietà sull’immobile.

Abbiamo detto che si tratta di un finanziamento non finalizzato e pertanto la banca non richiede una motivazione riguardo la destinazione d’uso. Questa soluzione è particolarmente apprezzata da coloro che hanno una condizione patrimoniale immobiliare rilevante e desidera metterlo a frutto o ha bisogno di un prestito elevato per aiutare figli o nipoti, oppure per far fronte ad esigenze proprie.

Quanto dura il prestito vitalizio ipotecario?

Come espresso dal nome stesso, il prestito ipotecario destinato agli over 60 è vitalizio, ovvero dura per tutta la vita del soggetto che lo richiede. Non ha una durata a priori e non può essere uguale per tutti coloro che lo richiedono in quanto strettamente connesso alla durata della loro vita. 

In caso di finanziamenti cointestati a coniugi e conviventi, si prende come riferimento la durata della persona più longeva della coppia.

Qual è l’importo del prestito vitalizio ipotecario?

L’importo del prestito vitalizio ipotecario varia in base al valore dell’immobile e all’età del richiedente. Più sono gli anni e maggiore sarà la percentuale concessa. Ad esempio, la somma massima erogabile equivale al 15% del valore di mercato dell’immobile se il richiedente ha intorno ai 60 anni ma può arrivare anche al 50% se il proprietario ha intorno ai 90 anni. In ogni caso, la somma non potrà mai essere superiore ai 350 mila euro.

Requisiti e documentazione per effettuare la domanda

Prima di individuare la documentazione necessaria, riepiloghiamo i requisiti necessari per poterlo richiedere.

Il soggetto deve:

  • avere un’età superiore ai 60 anni;
  • essere proprietario di un immobile;
  • l’immobile non deve avere già un’ipoteca.

Per inoltrare la richiesta, dovranno essere presentati alla banca:

  • documenti d’identità validi;
  • codice fiscale;
  • stato di famiglia;
  • certificato contestuale o cumulativo;
  • relazione notarile preliminare.

Prestito vitalizio ipotecario: le banche aderenti

Poiché si tratta di una forma di finanziamento particolare, non tutte le banche aderiscono. Quali sono quelle a cui è possibile richiederlo?

  • Unicredit: si chiama Valore Casa ed è riservato a soggetti tra 65 e 85 anni;
  • Deutsche Bank: si chiama Patrimonio Casa e prevede una somma massima che va dal 14% al 52% dell’immobile;
  • Banca Intesa Sanpaolo: si chiama Per Te e permette un rimborso graduale degli interessi;
  • MPS: si chiama PrestiSenior e permette di restituire l’intero importo in un’unica volta oppure di prevedere dei versamenti annuali.

Per ogni dettaglio specifico rispetto alle modalità di erogazione di ciascuna banca ti suggeriamo di verificare sui siti di ciascun istituto di credito.

Corsi Academy

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">