Cos’è il catasto impianti termici e come consultarlo

Corso Certificazione Energetica
5/5 - (4 votes)

Gli impianti termici includono i sistemi necessari per la climatizzazione estiva o invernale dell’immobile, inclusi quelli per la produzione di acqua calda sanitaria e gli impianti individuali di riscaldamento.

Non sono inclusi in questo elenco i caminetti, gli impianti di riscaldamento localizzato, le stufe a energia radiante eccetto nel caso in cui gli apparecchi vengono usati come impianti fissi o la somma delle potenze nominali degli apparecchi in un singolo immobile è pari o maggiore a 15kW.

Cos’è e a cosa serve il catasto impianti termici?

Il catasto degli impianti termici è uno strumento necessario per raccogliere gli adempimenti e gli obblighi amministrativi connessi alla normativa in funzione di attività come l’installazione, la manutenzione e l’ispezione sugli impianti termici. Questo strumento è messo al servizio di cittadini, autorità competenti e operatori di settore.

Su base regionale, il catasto controlla che vi sia regolarità delle operazioni di manutenzione e verifica degli impianti, grazie alle attività di professionisti ed enti locali, provincie e comuni. Il catasto nasce per la manutenzione e il controllo delle caldaie, con il Decreto n.74 del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2013. In un secondo momento la sua attività è stata estesa anche agli impianti di climatizzazione invernale ed estiva degli edifici, sia nell’edilizia pubblica che privata. Ogni regione adotta un catasto degli impianti termici all’interno del quale vengono gestiti anche i libretti di impianto.

L’audit energetico obbligatorio e la registrazione al catasto, anche quest’ultima obbligatoria, sono tra le procedure essenziali per verificare l’efficienza energetica di un edificio. Pensa ad esempio a un sistema come le pompe di calore, una caldaia, o qualsiasi tipologia di impianto, ognuno è caratterizzato da un dispendio energetico che dobbiamo considerare per ottenere la massima efficienza e il minor consumo, non solo per ridurre le spese ma anche nel rispetto dell’ambiente.

Come registrarsi al catasto impianti termici?

La registrazione al catasto è obbligatoria per legge. Il 15 ottobre 2014 è entrato in vigore il nuovo libretto d’impianto che rispetto al precedente, del 2013, prevede due importanti novità.

Per prima cosa, nel libretto dovranno essere registrati tutti gli impianti presenti nelle abitazioni, sia quelli destinati alla climatizzazione estiva che invernale, secondo le caratteristiche indicate all’inizio dell’articolo. Inoltre, l’efficienza degli impianti dovrà essere affiancata a una diagnosi completa che andrà a verificare la sicurezza, la salubrità e l’igiene dell’impianto e dell’ambiente di riferimento.

Sarà compito del tecnico occuparsi della registrazione al catasto dell’impianto termico.

Come consultare il catasto impianti termici?

Per potersi accreditare al catasto impianti termici è necessario essere un installatore o manutentore. Queste figure possono accedere al portale e consultare l’archivio presente nella propria area personale così da controllare i cicli di vita degli impianti di propria competenza. Questo controllo è concesso anche per mezzo di altri strumenti, ad esempio con il nuovo libretto di climatizzazione obbligatorio e grazie al rapporto di efficienza energetica che si ottiene quando si installa un impianto termico, un sistema di raffreddamento o una caldaia, anche in condominio.

Dalla data di installazione, gli installatori certificati hanno un periodo di trenta giorni per registrare un impianto. Se l’impianto è già esistente ma non risulta registrato è responsabilità del manutentore inserirlo nel catasto.

Vuoi saperne di più? Scopri il nostro Corso Certificazione Energetica degli Edifici e diventa un professionista accreditato in grado di assicurare il servizio migliore ai tuoi clienti.

Tutti I Corsi
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento