Conto Finale dei Lavori: cos’è e guida alla realizzazione

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Cosa si intende per Stato Finale dei Lavori

Si parla di conto finale dei lavori per fare riferimento all’atto contabile che viene emesso dal direttore dei lavori al termine dei lavori. Questo documento serve a definire in modo preciso le attività svolte, il corrispettivo dell’appaltatore e l’eventuale credito.

Insieme al cronoprogramma dei lavori, il conto finale dei lavori è essenziale per determinare lo stato conclusivo e compilare la relazione necessaria per dichiarare terminati i lavori.

A cosa serve il Conto Finale dei Lavori?

Il conto finale dei lavori è utile per diversi scopi, tra cui:

  • trasferire i rilievi effettuati all’interno del registro di contabilità, così da individuare l’andamento della spesa;
  • misurare e classificare le lavorazioni eseguite durante il cantiere.

Il principio di costante progressione, che deve seguire il conto finale dei lavori, prevede che l’accertamento dei fatti che producono la spesa debba essere contestuale al momento esatto in cui viene eseguito il lavoro stesso. Pertanto devono procedere di pari passo con l’esecuzione lavori.

Il compito del direttore lavori è quello di accertare e registrare tutti i fatti che producono una spesa, per essere in grado di rilasciare gli stati di avanzamento, entro i termini fissati nella documentazioni di gara e nel contratto, così da permettere l’emissione dei certificati e il pagamento degli acconti da parte del RUP.

Chi è il responsabile di questo atto contabile?

Così come precisato dal dm 49/2018, il decreto sulla direzione dei lavori, tra i vari professionisti dell’edilizia spetta al direttore lavori il compito di effettuare il controllo della spesa per l’esecuzione dell’opera. Questo controllo deve essere svolto attraverso la compilazione precisa e tempestiva dei documenti contabili, ovvero atti pubblici a tutti gli effetti di legge, con i quali è possibile eseguire l’accertamento e la registrazione di ciò che ha portato alla spesa complessiva.

Come redigere il Conto Finale dei Lavori

Per redigere il documento è necessario, per prima cosa, essere in possesso della situazione relativa all’ultimo stato di avanzamento dei lavori, inclusi quelli a corpo e a misura. Per ogni lavorazione si dovrà indicare:

  • la quantità;
  • il prezzo unitario;
  • il costo complessivo.

Dopo aver elencato tutte le lavorazioni è presente il riepilogo finale, con tutte le informazioni che riguardano l’appalto e l’importo totale dei lavori. Per finire, l’ultima parte del documento contiene il riepilogo dello stato finale dei lavori all’interno del quale sono riportati:

  • il totale netto dei lavori;
  • gli acconti già pagati a favore dell’impresa;
  • l’eventuale credito che l’impresa vanta nei confronti del committente.

La relazione del conto finale deve essere presentata insieme ad alcuni documenti importanti. Nello specifico, il Direttore Lavori dovrà allegare:

  • i verbali di consegna dei lavori;
  • le perizie di variante, con gli estremi dell’approvazione, qualora presenti;
  • gli atti di consegna e riconsegna di mezzi d’opera, cavo o aree concesse in uso all’esecutore lavori;
  • gli ordini di servizio;
  • la sintesi sull’andamento dei lavori e sul loro sviluppo;
  • i verbali relativi alla sospensione e ripresa dei lavori, con le cause, se presenti;
  • gli eventuali sinistri o danni, e le relative conseguenze;
  • gli atti contabili;
  • tutto ciò che può rappresentare un documento importante per mettere in luce e mostrare la storia cronologica dei lavori, le notizie tecniche ed economiche che possono semplificare il collaudo.
Tutti I Corsi

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">