Vuoi costruire una nuova casa? Comincia a pensare dove dovrai installare la colonnina elettrica auto

Entro il 31 dicembre 2017 i Comuni devono inserire in regolamento edilizio una norma che vincola ad installare nelle nuove case delle colonnine per auto elettriche.

Valuta questo articolo

Vuoi costruire una nuova casa? Comincia a pensare dove dovrai installare la colonnina elettrica auto Totale 5.00 / 5 2 Voti

Case nuove con parcheggi e box dotati, OBBLIGATORIAMENTE, di colonnina elettrica auto. La novità, che se correttamente applicata potrebbe contribuire alla ripresa dell’economia italiana e aiutare il “bel paese” a confermare i timidi segnali di ripresa comunicati in questi ultime ore dall’Istat.

L’Italia si sta quindi accingendo a trasformarsi in un paese moderno? Non proprio … prima di vedere con i nostri occhi tutte le nuove case dotate di colonnine per auto elettriche siamo sicuri che trascorreranno diversi mesi, se non anni. Prima di vedere case dotate di colonnina elettrica auto occorrerà che i Comuni Italiani riescano ad aggiornare i loro regolamenti edilizi. La scadenza per ora è fissata dal Dlgs 257/2016, che ha modificato il testo unico edilizia, al 31 dicembre 2017, ma il rischio di proroghe secondo i professionisti vicini ai palazzi romani è particolarmente alto.

Ma vediamo cosa prevede il Dlgs 257/2016 con cui l’Italia recepisce la direttiva europea 2014/94 Ue che stabilisce i requisiti minimi per la realizzazione dei punti di ricarica dei mezzi elettrici?

La norma, cosi come recepita in Italia, obbliga alla predisposizione e all’installazione di colonnina elettrica auto per tutti gli edifici non residenziali di nuova costruzione di superficie superiore a 500 metri quadri, per gli edifici residenziali di nuova costruzione con almeno 10 unità abitative, e per i fabbricati già esistenti sottoposti a ristrutturazione edilizia di primo livello (ossia soggetti a un intervento che coinvolga almeno il 50% della superficie lorda e l’impianto termico).

Requisiti obbligatori per l’installazione delle colonnine di ricarica auto elettriche. Cosa cambia per le imprese edile e per i costruttori italiani? Come regolarsi e adattarsi al cambiamento?

A partire dal 2018 i costruttori italiani saranno obbligati a uniformare la loro attività alle normative europee e italiane secondo le quali la colonnina elettrica auto dovrà consentire l’alimentazione di un veicolo per ogni parcheggio coperto o scoperto o per ciascun box auto presente nell’edificio. Parlando di numeri, un edificio residenziale di dieci appartamenti dovrà essere dotato di un tot di Colonnine di ricarica auto elettriche in numero pari almeno al 20 per cento del totale.

Quali sono le città italiane già in regola?

Sono solo 4 i comuni italiani già in regola con la nuova normativa. Città. Secondo il monitoraggio effettuato dal Sole24Ore, sarebbero solamente Bologna, Milano, Campobasso e Torino i comuni che già oggi rispetterebbero le nuove normative edilizie per quanto riguarda l’obbligo di installare colonnine di ricarica auto elettriche in ogni nuova costruzione.

Professional USB
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.