Aggiornamento IVASS: quando farlo e chi è obbligato?

Corso di Aggiornamento 60 ore ai fini IVASS

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Gli intermediari assicurativi sono tenuti a seguire una specifica formazione per poter svolgere correttamente la propria mansione. Come ben saprai, esistono diverse sezioni di appartenenza, ciascuna con incarichi e obblighi ben precisi. Quando si parla di aggiornamento professionale IVASS è importante sapere quali sono gli obblighi previsti per ciascuna sezione, a chi è rivolto l’aggiornamento periodico di 30 ore annuali e quando invece è possibile seguire l’aggiornamento di 15 ore.

Quando è richiesto l’aggiornamento?

Per i soggetti che devono riprendere l’attività assicurativa è richiesto l’aggiornamento professionale:

Per gli intermediari che intendono reiscriversi al RUI è richiesto l’aggiornamento IVASS.

Intermediari assicurativi con obbligo di aggiornamento IVASS

L’articolo 86 del Regolamento IVASS 40/2018 propone un elenco di figure che sono chiamate a eseguire l’aggiornamento periodico professionale e per le quali il mancato aggiornamento IVASS può comportare sanzioni gravi. Nello specifico, sono tenuti a rispettare l’obbligo:

  • i produttori diretti delle imprese di assicurazione, ai fini dell’iscrizione nella sezione C del Registro;
  • chi si occupa dell’attività di distribuzione al di fuori dei locali dell’intermediario per il quale operano, ai fini dell’iscrizione nella sezione E del Registro;
  • gli intermediari assicurativi a titolo accessorio, ai fini dell’iscrizione nelle sezioni E o F del Registro;
  • gli addetti all’attività di distribuzione all’interno dei locali in cui l’intermediario opera, e gli addetti dei call center dell’intermediario, prima di intraprendere l’attività;
  • i dipendenti delle imprese direttamente coinvolti nell’attività di distribuzione assicurativa o riassicurativa e gli addetti dei call center delle imprese, prima di intraprendere l’attività.

Per quali figure non è obbligatorio?

Seguendo quanto espresso dalla normativa, l’articolo 89 del Regolamento 40/2018 ci fornisce anche uno specchietto delle figure che non sono tenute all’aggiornamento professionale ivass. Tra queste troviamo:

  • gli Intermediari delle sezioni A,B, F, non operanti a titolo individuale in modo temporaneo ovvero tramite società iscritte nelle medesime sezioni, che hanno dato comunicazione dell’inizio del periodo di inoperatività. Ne fanno parte anche gli addetti dei call center e i dipendenti delle imprese, che non svolgono l’attività di distribuzione per oltre 6 mesi;
  • i soggetti che presentano specifiche caratteristiche: donne fino a partire dal 6° mese di gravidanza e fino a un anno dalla nascita, in caso di esoneri per comprovate ragioni di salute o per l’adempimento dei doveri collegati alla paternità o alla maternità, oppure ancora per malattie prolungate o infortuni.
Corsi Academy

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">