Requisiti acustici passivi degli edifici: in caso di difetti di insonorizzazione chi è obbligato a risarcire?

La disciplina dei risarcimenti in materia di requisiti acustici passivi degli edifici si applica nel caso in cui l'immobile presenti difetti di insonorizzazione

Corso Tecnico In Acustica Edile

Valuta questo articolo

Requisiti acustici passivi degli edifici: in caso di difetti di insonorizzazione chi è obbligato a risarcire? Totale 5.00 / 5 3 Voti

Se un edificio presenta dei conclamati difetti per quanto riguarda la categoria dei requisiti acustici passivi degli edifici, l’azione di risarcimento può estendersi a tutti i danni subiti dall’acquirente, e non solo a quelli relativi alle spese necessarie per l’eliminazione dei difetti accertati.

Ad affermarlo, nel corso di un recente dibattimento giudiziario, è una sentenza del Tribunale di Firenze del 21 novembre 2016.

La sentenza, a firma del giudice Roberto Monteverde, ha sancito che : “nel caso in cui l’immobile presenti difetti di insonorizzazione, il costruttore è tenuto a risarcire l’acquirente. La disciplina in materia di requisiti acustici passivi degli edifici si applica infatti nei rapporti tra costruttori e acquirenti di immobili e tra costruttori e venditori di immobili.”

Quale principio di diritto viene cosi ad affermarsi con la pubblicazione della sentenza del tribunale di Firenze sul risarcimento del danno in materia di requisiti acustici passivi degli edifici?

“ In tema di risarcimento dei vizi acustici dell’immobile, l’azione di risarcimento dei danni proposta dall’acquirente, ai sensi dell’art. 1494 cod. civ., non si identifica né con le azioni di garanzia, di cui all’art. 1492 cod. civ. , né con quella di esatto adempimento, in quanto può estendersi a tutti i danni subiti dall’acquirente, e quindi non solo a quelli relativi alle spese necessarie per l’eliminazione dei difetti accertati, ma anche a quelli inerenti alla mancata o parziale utilizzazione del bene o al lucro cessante per la mancata rivendita dello stesso.

Secondo il tribunale di Firenze quindi, ne consegue che l’azione di risarcimento può essere proposta in via alternativa, o anche cumulativa, rispetto alle azioni di adempimento, di riduzione del prezzo o di risoluzione del contratto”.

Fondamenti normativi e caratteristiche tecniche dei requisiti acustici passivi degli edifici.

I requisiti acustici passivi degli edifici sono regolamentati dal D.P.C.M. 5-12-1997. Documento di riferimento nella normativa italiana per quanto riguarda l’acustica in edilizia.

Il DPCM in questione definisce le prestazioni che devono possedere gli edifici in merito a:

  • Isolamento dai rumori tra differenti unità immobiliari

  • Isolamento dai rumori esterni

  • Isolamento dai rumori di calpestio

  • Isolamento dai rumori di impianti a funzionamento continuo e discontinuo

  • Tempo di riverbero (per aule e palestre delle scuole)

Le prestazioni devono in ogni caso risultare verificate da tecnici competenti in acustica, ad edificio ultimato.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.