Allarme terremoto al Sud Italia

Gli esperti aspettano un grande terremoto nel sud della penisola. Ma il big one italiano tarda ad arrivare.

Valuta questo articolo

Allarme terremoto al Sud Italia Totale 5.00 / 5 1 Voti

Fu il Dottor Alessandro Martelli, direttore del centro di ricerche dell’Enea di Bologna, ad affermare, con tutti i distinguo del caso, che dopo Ferrara a fare paura sarebbe stato il Sud Italia a subire un terremoto. Lo studioso, infatti, temeva già allora che nel meridione avrebbe potuto verificarsi un terremoto di addirittura 7,5 gradi di magnitudo.

Era il mese di maggio del 2012. L’Italia tremava ancora per le scosse in Emilia e da Bologna il gruppo di studiosi guidato dal dottor Martelli suggeriva prudenza e preoccupazione per un possibile ed “imminente” terremoto nel Sud dell’Italia. Nel dettaglio Martelli era preoccupato per Campania, Sicilia e Calabria in particolare. Ci sono tre diversi algoritmi di previsione, due elaborati da esperti nazionali e uno da sismologi russi. Tutti questi algoritmi sembrano concordare nel prevedere un forte evento sismico in questa zona, in un arco di tempo che va da pochi mesi a pochi anni.

Il metodo si basa sul lavoro con due algoritmi che individuano nell’attività moderata i precursori di un terremoto. Questi strumenti, ha più volte affermato Martelli, non sono in grado di permettere evacuazioni o cose simili, ma sono utili per verificare lo stato di sicurezza di strutture importanti per organizzare la protezione civile e la popolazione. Si tratta di metodologie in fase di sviluppo avanzato ma che vengono ancora oggi osteggiate da buona parte degli accademici italiani.

Ma quindi? In Italia sta per scatenarsi un Big One in stile californiano e nulla si sta facendo per prevenire il possibile disastro?

Per la verità alcune cose sembrano cambiare continuamente. Sono sempre di più i tecnici del settore edilizio che si formano sulle materie della costruzione antisismica, sempre più studi geologici vengono effettuati sulle zone considerate a rischio ma ancora tanto risulta il lavoro da fare affinché l’Italia si porti sulla scia dei paesi più avanzati per la prevenzione e cura dei terremoti.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.