Sistemi ibridi di riscaldamento: vantaggi e caratteristiche

Il mercato dei sistemi ibridi di riscaldamento è ancora di nicchia, ma i tassi di crescita sono sensazionali (+250% in volume negli ultimi due anni) e proprio l’Italia è il Paese più effervescente in tal senso.

Valuta questo articolo

Sistemi ibridi di riscaldamento: vantaggi e caratteristiche Totale 5.00 / 5 3 Voti

Cosa sono gli impianti di riscaldamento ibrido?

Si parla di impianto di riscaldamento ibrido quando ci si trova davanti a un sistema innovativo e smart in grado di combinare fonti di energia e tecnologie diverse tra loro, come ad esempio caldaia a condensazione e pompa di calore, per produrre acqua calda e riscaldamento. Il vantaggio è di tipo economico ma anche ambientale, permettendo di sfruttare al meglio i vantaggi dei sistemi che coinvolge.

Come funziona il sistema ibrido di riscaldamento?

Alla base del funzionamento di un impianto ibrido troviamo la perfetta combinazione tra due generatori alimentati da fonti diverse di energia: una combustibile e l’altra rinnovabile. Da un lato troviamo una caldaia a condensazione, alimentata a GPL o metano, chiamata unità interna perché viene installata all’interno. Dall’altro lato troviamo la pompa di calore (PdC), che può essere aria-aria o aria-acqua, è chiamata unità esterna perché viene installata all’esterno. Questo sistema è in grado di produrre riscaldamento e acqua calda sanitaria in modo efficiente e, in alcuni casi, è dotata di una pompa di calore che funziona anche per il raffrescamento estivo.

In un sistema ibrido il funzionamento della pompa di calore consente di definire le esigenze di riscaldamento. Quando la temperatura esterna scende sotto una certa soglia, la PdC attiva la caldaia.

L’installazione non richiede grossi interventi di demolizione, ma molto dipende dalla configurazione della propria abitazione. È sufficiente intervenire in prossimità dei generatori per definire il mix perfetto per il proprio sistema ibrido. Oggi esistono numerose detrazioni e incentivi per spingere le abitazioni a migliorare l’efficientamento energetico grazie a sistemi intelligenti e funzionali. Pensa ad esempio al Superbonus 110%, pensato per dare una spinta alla qualità energetica delle case già esistenti nel territorio italiano.

Poiché si tratta di un impianto intelligente, è dotato di un sistema di controllo altrettanto smart che consente di decidere quale generatore è più conveniente usare. Esistono tre modalità di funzionamento: solo caldaia, sistema ibrido o solo pompa di calore. Grazie a una serie di settaggi è possibile fare in modo che sia il sistema stesso a capire quale azione intraprendere. Per poterlo fare occorre dare informazioni specifiche alle macchine, tra cui:

  • la temperatura interna desiderata;
  • la temperatura esterna, rilevata per mezzo di una sonda;
  • il costo per ogni metro cubo di gas utilizzato dalla caldaia;
  • il costo per ogni kWh di energia elettrica usata dalla pompa di calore.

In questo modo il sistema è in grado di elaborare i dati e capire quale generatore attivare in base al carico termico necessario, ottimizzando i consumi energetici, elettrici e di gas.

I vantaggi

Il vantaggio principale è quello di riuscire a raggiungere un risparmio energetico notevole ma allo stesso tempo, è possibile contare su un sistema efficiente che ti permette di vivere la casa con il massimo comfort.

La gestione efficiente dell’energia, grazie all’uso di una tecnologia avanzata, consente di abbassare i costi e ridurre i consumi energetici. Questo si trasforma anche in una riduzione delle emissioni dannose per l’ambiente, grazie all’uso di energie rinnovabili e sistemi ibridi. Senza contare la continuità di funzionamento, per via della presenza di due generatori che collaborano assieme così da garantire un funzionamento continuo anche quando è necessario eseguire lavori di manutenzione su uno dei due apparecchi.

Quanto costa un impianto di riscaldamento ibrido?

Il costo di un impianto di riscaldamento ibrido variano in base alla scelta delle macchine e alle esigenze dell’abitazione. Possiamo dire che il costo rappresenta lo svantaggio principale, almeno per quanto riguarda quello iniziale. Si tratta infatti di un sistema più costo di altri, si può arrivare anche a superare i 15.000€ in media per un impianto con un buon funzionamento, ma che nel lungo termine mostrerà i suoi benefici rispetto a soluzioni più economiche.

Quanto si risparmia con un sistema ibrido?

Con l’installazione di un sistema di riscaldamento ibrido si può arrivare a risparmiare fino al 50% sulla bolletta del gas anche se il risparmio reale dipenderà dalle caratteristiche delle macchine scelte e dal tipo di combustibile. È chiaro che più è vecchia la caldaia usata in precedenza che si va a sostituire e maggiore sarà il risparmio effettivo in bolletta.

Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">