Mediazione civile: cos’è e quando è obbligatoria

Corso ctu consulente tecnico d’ufficio

Valuta questo articolo

Mediazione civile: cos’è e quando è obbligatoria Totale 5.00 / 5 2 Voti

Mediazione civile: una definizione

La mediazione civile è un’attività  che serve a trovare un accordo amichevole o a formulare una proposta per risolvere una controversia tra due o più persone.

Come si svolge la mediazione civile? Il ruolo del mediatore

Perché avvenga la mediazione civile bisogna che venga nominato un mediatore tra quelli iscritti nel registro del Ministero della Giustizia. Alla mediazione, oltre al mediatore, partecipano anche le parti e i relativi difensori

La mediazione, come previsto all’articolo 6 del D. Lgs. 28/2010 sopra citato prevede può durare al massimo tre mesi. L’articolo stabilisce che il luogo in cui deve avvenire la mediazione deve essere quello in cui è presente il giudice competente per risolvere la controversia.

Per iniziare la mediazione bisogna inviare la domanda tramite PEC agli enti competenti allegando la ricevuta di versamento per attivare la procedura. Chi viene citato può decidere se compilare il modulo o se non aderire.

Entro 30 giorni dal deposito della domanda si ha il primo incontro per la mediazione in cui le parti decidono se continuare o interrompere. 

Il ruolo del mediatore

Il mediatore può decidere se incontrare le parti insieme ai difensori o separatamente. Il suo compito è mediare tra le parti in modo che non sia necessario riferirsi a un giudice, ovvero trasformare la controversia in una causa giudiziaria.

Se gli viene richiesto può presentare una proposta di conciliazione. Per scrivere la proposta può farsi aiutare da esperti iscritti negli albi dei tribunali.

Possono svolgere il ruolo di mediatori, generici o specializzati in diritto internazionale o del consumo solo coloro che hanno frequentato un percorso formativo apposito tenuto da formatori accreditati e abilitati a tenere corsi di formazione per i mediatori istituito dal Ministero della Giustizia.

L’esito della mediazione

Ogni incontro viene verbalizzato in modo sintetico per iscritto. Qualora si giunga alla conciliazione il verbale risulterà avere valore di titolo esecutivo come previsto dall’articolo 474 del Codice di Procedura Civile.

Quando è obbligatoria la mediazione civile?

L’articolo 5 comma 1-bis del Decreto Legislativo 28 del 2010 stabilisce in quali casi la mediazione è obbligatoria:

    • diritti reali come proprietà, usufrutto, usucapione, compravendite immobiliari ecc.
    • divisione e successioni ereditarie
    • diffamazione tramite stampa o altro mezzo di pubblicità
    • contratti assicurativi, bancari e finanziari
    • questioni di condominio
    • patti di famiglia
    • locazione e comodato
    • risarcimento danni da responsabilità medica e sanitaria.
Corsi Academy
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.