Sicurezza porte blindate: caratteristiche e classi antieffrazione

Smart Home

Valuta questo articolo

Sicurezza porte blindate: caratteristiche e classi antieffrazione Totale 5.00 / 5 1 Voti

Furti in casa: le statistiche 2020

I numeri dell’Osservatorio sulla casa dicono che nel 2018 ci sono stati 191.374 episodi di furto in casa. Numeri più bassi rispetto ai 195.824 del 2017 e che si sono abbassati ancora di più durante il periodo del lockdown diminuendo del (-72,5%) come si legge sul sito del Ministero dell’Interno. Sullo stesso sito è stato reso noto che nella 2° fase, iniziata a maggio 2020, i furti in casa sono tornati a crescere, passando così da -72,5% a -43,8%:

“[…] tra gennaio e maggio 2020 il numero totale di furti è stato pari a 247.265, a fronte dei 440.022 dell’analogo periodo del 2019, con una diminuzione del 43,8%.”

Proteggersi in casa: le misure di sicurezza del Ministero della Difesa

Molte famiglie hanno già preso le misure di sicurezza consigliate dal Ministero della Difesa per proteggersi in casa, ovvero per tutelarsi da eventuali episodi di furto, come:

  • dotarsi di dispositivi antifurto
  • installare una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza
  • mettere grate alle finestre o vetri antisfondamento, soprattutto se si abita in un piano basso o in una casa indipendente
  • installare videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso

Oltre a queste misure il Ministero dà anche suggerimenti pratici per vivere tranquilli sia quando si è in casa sia quando si è fuori casa per una breve assenza o una vacanza.

Quanto costa mettere al sicuro la propria casa

Mettere in sicurezza la propria casa ha un costo compreso tra 4mila e 18mila euro a seconda delle dimensioni della casa e del tipo e del numero di apparecchiature che si decide di installare per aumentare la propria sicurezza in casa:

  • una porta blindata può costare da 1500 a 6mila euro. 
  • le inferriate hanno un prezzo che va da 150 a 600 euro al metro quadrato. 
  • I sistemi di allarme – che si inseriscono nel concetto di smart home – vanno da 200 a 1000 euro
  • le telecamere interne costano circa 100 euro al pezzo, quelle esterne 150 euro ciascuna.

Nel caso in cui, poi, si vuole avere il controllo sulla propria casa tramite il proprio smartphone 24 ore su 24 i costi aumentano.

Porta blindata: come sceglierla

Le porte blindate, sono anche dette “porte antieffrazione” e possono essere di diverse classi a seconda del livello di sicurezza che garantiscono, ovvero alla resistenza che oppongono a un tentativo di intrusione. In base a ciò esistono 6 classi antieffrazione.

Per scegliere la classe di sicurezza della porta blindata da installare nella propria casa bisogna considerare se:

  • la casa si trova in una zona ad alto traffico o poco frequentata
  • si tratta della casa in cui si abita o di una seconda casa per villeggiatura
  • ci sono molti beni di alto valore.

Le classi antieffrazione delle porte blindate

La normativa europea UNI EN 1627-1639 stabilisce l’esistenza di sei classi antieffrazione, o di sicurezza, per quanto riguarda le porte blindate:

  • Classe 1: adatta per un livello minimo di sicurezza, resiste a chi cerca di aprire la porta con la sola forza fisica.
  • Classe 2: resistere all’uso di attrezzatura semplice come cacciaviti, tenaglie,ecc per forzare la porta.
  • Classe 3: molto utile per case in cui ci sono molti beni di valore, in grado di resistere all’uso di attrezzi specifici come il piede di porco
  • Classe 4: utile per la protezione di chi abita in abitazioni unifamiliari o abitazioni situate in zone isolate; resiste a tentativi di effrazione organizzati con l’uso di accette, seghe e trapani.
  • Classe 5: perfetta per la protezione di banche, gioiellerie, ambasciate; resiste a tentativi da parte di bande organizzate.
  • Classe 6: livello di sicurezza più alto, è usata per proteggere caveau, zone militari ed impianti nucleari ed è in grado di resistere ad attacchi con attrezzi elettrici molto potenti e all’uso di materiale esplosivo.
Professional USB
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*