Normativa sul gas Radon: le novità del D.Lgs. n. 101/2020

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Il Radon è un gas naturale radioattivo estremamente pericoloso per la salute umana. Secondo gli studi condotti, rappresenta la seconda causa di cancro al polmone dopo il fumo di sigaretta. La sua formazione avviene nel sottosuolo, per via di decadimenti nucleari a carico di elementi chimici naturalmente presenti nelle rocce. Dopo la sua formazione è in grado di risalire in superficie, raggiungendo il livello del suolo ed entrando negli edifici. Quando si accumula al loro interno risulta essere molto pericoloso per la salute delle persone che frequentano quegli ambienti. Infatti, se negli ambienti esterni, con una buona diluizione in aria, il gas non è così pericoloso, quando si trova in ambienti chiusi può raggiungere livelli di concentrazione elevati e mostrare la sua pericolosità.

Per questo motivo è importante sapere come difendersi dal radon.

Gas Radon

Cosa dice la normativa sul gas radon

Secondo il D.Lgs 101/2020 del 31 luglio sancisce in modo definitivo la Direttiva 2013/59Euratom e riorganizza la disciplina sulla radioprotezione, integrando in una sola normativa sia il tema di protezione dei lavoratori in ambito professionale e sia la protezione delle persone comuni nelle abitazioni civili.

La normativa fissa i livelli di riferimento relativi alla concentrazione media annua di attività di radon, sia negli ambienti di lavoro che nelle abitazioni. Nello specifico:

  • luoghi di lavoro: 300 Bq/m3
  • abitazioni già esistenti: 300 Bq/m3
  • abitazioni costruite dopo il 31/12/2024: 200 Bq/m3

Nel vecchio decreto legislativo 230/95 si fissava a 500 Bq/m3 il livello nei luoghi di lavoro mentre le abitazioni private non venivano considerate.

Obblighi del datore di lavoro

Il D.Lgs 101/2020 impone l’obbligo per l’Italia di adottare un piano nazionale d’azione per il Radon entro i 12 mesi dalla sua entrata in vigore. Sulla base di questo piano le regioni sono chiamate ad analizzare le aree prioritarie per la riduzione dei livelli di Radon. Questo è possibile grazie a specifiche tecniche per misurare il Radon che consentono di individuare la sua concentrazione nell’aria.

Quali sono gli obblighi per il datore di lavoro? Il suo compito è quello di valutare il rischio di esposizione in particolare in caso di:

  • luoghi di lavoro nelle aree indicate dal Piano d’Azione Nazionale;
  • luoghi di lavoro sotterranei, locali semi sotterranei o al piano terra e situati in aree considerate prioritarie secondo le indicazioni regionali;
  • stabilimenti termali.

In fase di valutazione è necessario tener conto delle caratteristiche degli ambienti di lavoro e del tempo medio di permanenza dei lavoratori. Inoltre, è necessario prevedere un programma di campionamento annuale, per misurare e monitorare i livelli di concentrazione del gas.

I valori ottenuti dalle rilevazioni danno luogo a differenti scenari e misure di sicurezza da attuare. Nello specifico:

  • se i livelli sono superiori al Bq/m3, il datore di lavoro è obbligato a individuare le procedure più opportune per ridurre la concentrazione se necessario anche designando un esperto in interventi di risanamento Radon. In base alle indicazioni fornite dal tecnico specializzato il datore di lavoro ha l’obbligo di attuazione entro due anni dal rilascio della relazione tecnica e dovrà ripetere la misurazione con una frequenza quadriennale.
  • Se i livelli sono inferiori al Bq/m3, la qualità dell’aria è considerata accettabile e saranno necessarie altre misurazioni dopo otto anni o in seguito a interventi importanti a carico della struttura dell’edificio. La relazione tecnica dovrà essere conservata per almeno otto anni e deve essere integrata al Documento di Valutazione dei rischi come indicato nel D.Lgs 81/08.

La figura dell’esperto è istituita dalla normativa e deve possedere specifiche caratteristiche, come riportato nell’Allegato II del D.Lgs 101/2020. Vuoi saperne di più su questa figura e diventare anche tu un esperto? Su Unione Professionisti puoi trovare il corso esperto in interventi di risanamento gas Radon!

Tutti I Corsi

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">