La rigenerazione del patrimonio pubblico secondo il Demanio

Valuta questo articolo

La rigenerazione del patrimonio pubblico secondo il Demanio Totale 5.00 / 5 1 Voti

La gestione e rigenerazione del patrimonio pubblico immobiliare è un tema che interessa tutto il territorio italiano, specie per quanto riguarda il recupero dei centri storici. L’obiettivo è quello di raggiungere la riqualificazione degli edifici, valorizzare il patrimonio pubblico e individuare strategie di riuso efficace. Per questo motivi, nel corso degli anni, l’attenzione è ricaduta sul patrimonio pubblico dismesso e sul patrimonio culturale abbandonato, per individuare forme di rigenerazione da applicare.

Restauro del patrimonio di interesse pubblico

La riduzione della spesa e la crescita del Paese sono gli obiettivi principali su cui si concentra l’attività dell’Agenzia del Demanio che gestisce circa 4.623 beni per un valore di circa 60 miliardi di euro. Le prospettive per la gestione degli immobili pubblici puntano sugli investimenti per generare un effetto positivo sulle condizioni economiche e occupazionali. Ma questa non è l’unica sfida. Si aggiungono poi due obiettivi: da un lato il progetto Casa Italia, che attribuisce all’Agenzia del Demanio il coordinamento del piano di riqualificazione sismica ed energetica degli immobili in uso alla PA, per oltre 34 miliardi di mq di superficie; dall’altro lato l’operazione trasparenza, avviata con la pubblicazione dei dati aperti e accessibili sui beni grazie alla piattaforma OpenDemanio, integrata con la geolocalizzazione dei cantieri e delle operazioni di razionalizzazione, e completata con la pubblicazione di tutti i progetti di rigenerazione urbana che coinvolgono il patrimonio pubblico.

Investimenti e Lavori dell’Agenzia del Demanio

L’Agenzia del Demanio ha programmato, nel corso degli anni, l’avvio di progetti di razionalizzazione degli spazi pubblici con l’attuazione di oltre 130 piani su tutto il territorio nazionale. Tra questi 34 sono operazioni di Federal Building che hanno permesso di concentrare in un unico edificio gli uffici della PA con l’obiettivo di offrire ai cittadini servizi sempre più integrati e fruibili, generando un importante risparmio per le casse dello Stato.

Per sostenere questo modello, si sono rese necessarie opere destinate a rivitalizzare intere aree urbane e riqualificare gli immobili. Per farlo è essenziale il lavoro svolto da Inail, con un importante impiego di risorse e finanziamenti.

Riuso e rigenerazione del Patrimonio Pubblico

Negli ultimi anni gli interventi che hanno riguardato il patrimonio pubblico si sono intensificati, sia con misure rivolte alla valorizzazione o dismissione degli immobili pubblici e sia per la razionalizzazione delle concessioni demaniali.

Per prima cosa si è cercato di rendere più efficiente la gestione del patrimonio immobiliare pubblico attraverso l’introduzione di procedure per semplificare la dismissione degli immobili non necessari alla pubblica amministrazione ma anche a favorire gli interventi di efficientamento energetico. In questo processo di valorizzazione e rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico, l’Agenzia del Demanio ha sempre avuto nuove competenze e riconoscimenti.

Secondo l’ultimo Rapporto sugli immobili pubblici pubblicato dal MEF (anno 2018), le amministrazioni locali possiedono una buona percentuale del patrimonio immobiliare censito, si parla di circa 806 mila fabbricati e 1 milione e 400 mila terreni. Inoltre, emerge che i fabbricati esano per circa il 70% delle unità censite e per l’82% della superficie dichiarata. I terreni rappresentano invece il 97% delle unità e il 95% delle superfici.

Secondo un ulteriore analisi emerge che una buona parte del patrimonio immobiliare censito è utilizzato dalle amministrazioni oppure è dato in uso a privati. Le unità immobiliari che risultano in uso rientrano nel 93% dei fabbricati e nel 73% dei terreni.

Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">