Cos’è il bilancio d’esercizio e quando si fa?

Master - Amministrazione e Contabilità

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Cos’è il bilancio d’esercizio?

Ogni anno le aziende hanno il compito di redigere il bilancio di esercizio, un documento di contabilità aziendale che mette il luce lo stato di salute dell’azienda, lo stato patrimoniale e il conto economico. Vista la sua importanza è necessario che sia redato con estrema cura, senza lasciare nulla al caso.

Nel settore, questo documento viene chiamato anche foglio di bilancio, ispirato al termine inglese “balance sheet”. Al di là del nome usato per riferirsi al bilancio d’esercizio, è importante conoscere quali sono le verifiche e i report finanziari che permettono di ottenere un documento accurato e dettagliato.

Il nome stesso del documento ci lascia intendere che si tratti di qualcosa che ha a che vedere con numeri, con le spese e con i guadagni. Nello specifico, si fa riferimento ai documenti contabili aziendali annuali necessari alle imprese per dare conto della propria situazione patrimoniale e finanziaria.

In genere il bilancio d’esercizio viene definito entro 120 giorni dalla fine dell’esercizio, ovvero entro il 30 aprile. Nei 30 giorni seguenti l’impresa ha il tempo necessario per depositarlo.

Come è composto il bilancio aziendale?

Il bilancio aziendale è composto da documenti che gli conferiscono valore contabile, incluse le fatture elettroniche emesse e spese fatte. All’interno del Codice Civile, all’articolo 2423, troviamo specifiche indicazioni che disciplinano la modalità di presentazione e gli elementi da prendere in considerazione per definire il bilancio. Altri riferimenti ci vengono dati anche dalla normativa comunitaria speciale e dalla normativa tecnica di settore.

Al suo interno troviamo inoltre la nota integrativa, il rendiconto sugli aspetti finanziari e la relazione sulla gestione.

Lo stato patrimoniale e il conto economico

Questi due elementi rappresentano il cuore e il cervello del bilancio. Lo stato patrimoniale fornisce un quadro dettagliato dell’insieme dei beni dell’impresa rispetto ad un periodo specifico. Inoltre, fornisce informazioni anche su eventuali diritti di terzi sul patrimonio della società e su come l’impresa finanzia l’attività e utilizza il denaro. Il conto economico è legato alla redditività e coincide con la differenza tra costi e ricavi. Si tratta di un valore significativo che indica lo stato di salute del proprio business.

La nota integrativa

Questo documento va a completare, integrare, le informazioni fornite dallo stato patrimoniale e dal conto economica. Grazie alla nota integrativa è possibile avere informazioni in più che permettono di valutare al meglio la situazione descritta dai due documenti.

Il rendiconto finanziario

All’interno del rendiconto finanziario troviamo l’insieme delle risorse finanziarie dichiarate, con un dettaglio sulle entrare e le uscite determinando l’andamento finanziario dell’azienda. Per mezzo del prospetto del rendiconto l’impresa è in grado di mettere in evidenza potenziali variazioni rispetto all’andamento ordinario.

La relazione sulla gestione

La relazione sulla gestione ha lo scopo di indicare approfondimenti che riguardano la gestione della società, i settori in cui l’impresa ha svolto attività in collegamento con investimenti, i relativi costi e ricavi. Questo documento approfondisce numerosi aspetti:

  • indica gli obiettivi;
  • individua i rischi;
  • descrive l’andamento della gestione;
  • indica il totale delle azioni;
  • specifica le operazioni e iniziative di ricerca e sviluppo;
  • definisce le relazioni con le altre imprese;
  • elenca le sedi della società.

Principi da seguire per la redazione di un bilancio aziendale

I principi da seguire per la redazione del bilancio, secondo il comma 1 dell’art. 2423-bis c.c., sono:

  • Continuità aziendale: “la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell’attività, nonché tenendo conto della funzione economica dell’elemento dell’attivo o del passivo considerato”;
  • Competenza economica: il bilancio deve mostrare tutti gli oneri e i proventi guardando alla data in cui le relative operazioni hanno luogo e non alla loro manifestazione finanziaria (uscita o entrata finanziaria);
  • Prevalenza della sostanza sulla forma: “la valutazione delle voci deve essere fatta (…) tenendo conto della funzione economica dell’elemento dell’attivo o del passivo considerato”;
  • Valutazione separata degli elementi patrimoniali: l’azienda ha l’obbligo di specificare distintamente nella Nota Integrativa le voci oggetto di raggruppamento al fine di mettere in evidenza i beni del processo produttivo;
  • Continuità di redazione del bilancio: l’azienda ha l’obbligo di non modificare i criteri di valutazione da un esercizio sociale all’altro.

Chi è tenuto a redigere il bilancio aziendale?

Tutte le aziende hanno l’obbligo di redigere il Bilancio di esercizio, a prescindere dalla loro veste giuridica. Il documento dovrà essere presente per tutte le società:

  • di capitali;
  • di persone;
  • individuali.

L’obbligo si manifesta in modo diverso in base alla natura giuridica dell’impresa. Ad esempio, le società di capitali devono rispettare gli schemi di bilancio previsti dal Codice Civile e hanno l’obbligo di pubblicare il bilancio con lo scopo di fornire, ai soci e ai terzi, informazioni che riguardano l’andamento della gestione aziendale. Le società di persone e le imprese individuali invece, non devono attenersi a degli schemi obbligatori di bilancio e non hanno neanche l’obbligo di pubblicarlo. Per questi due soggetti il bilancio è utile per dinamiche interne e acquisisce un valore all’esterno solo i caso di tassazione del reddito o se si richiedono finanziamenti da parte dell’azienda.

In genere è compito degli amministratori occuparsi di redigere il documento. È importante conoscere gli aspetti chiave per non incorrere in errori e sviste. Un Corso Amministrazione e Contabilità Aziendale è quello di cui hai bisogno se desideri conoscere tutti gli aspetti legati al bilancio di esercizio.

Tutti I Corsi

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">