Come funziona una gara d’appalto pubblica: norme e procedura

Corso Partecipare alle Gare D'appalto

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Gara d’appalto: la normativa e le novità 2020

La norma di riferimento per le gare d’appalto pubbliche è il Nuovo Codice Appalti introdotto dal  D.Lgs 18 aprile 2016 n. 50. Il 17 luglio con il cosiddetto Decreto Semplificazioni contenente “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale” sono entrate in vigore molte novità che riguardano il codice dei contratti pubblici.

Ecco alcune delle modifiche applicate: 

  • le modalità di affidamento dei contratti sottosoglia
  • la possibilità per il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione di considerare maggiori costi derivanti dall’adeguamento e dall’integrazione del piano di sicurezza e coordinamento
  • l’avvio di procedure non incluse nella programmazione
  • la possibilità per il datore dei lavori di adottare lo stato di avanzamento entro 15 giorni
  • le stazioni appaltanti possono obbligare l’operatore economico a visitare i luoghi e consultare sul posto i documenti di gara.

Nel 2017 Consip – centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana – ha avviato un nuovo sistema di controllo e monitoraggio delle gare d’appalto bandite per le pubbliche amministrazioni riguardo ai contenziosi che nascono.

Le fasi di una gara d’appalto: cosa bisogna sapere

Nell’articolo 32 del Codice Appalti si parla proprio delle fasi delle procedure di affidamento di una gara d’appalto pubblica e vengono specificate alcuni concetti molto importanti.

Le stazioni appaltanti possono usare i vari sistemi e criteri previsti dal Codice per scegliere i partecipanti e selezionare le offerte. Ogni concorrente può presentare una sola offerta.

La stazione appaltante verifica la proposta di aggiudicazione prima che la gara si possa dire vinta. Inoltre aggiudicarsi una gara non significa che l’offerta è stata accettata.

Solo dopo che viene verificato il possesso dei requisiti la gara potrà dirsi aggiudicata.

Requisiti per partecipare ad un appalto pubblico

I requisiti per partecipare a un appalto pubblico sono definiti dall‘articolo 83 del Codice Appalti. I criteri di selezione riguardano: l‘idoneità professionale, la capacità economico-finanziaria e le capacità tecniche professionali.

Per la verifica del possesso dei requisiti economici le stazioni appaltanti, nei bandi di gara d’appalto pubbliche, possono chiedere che gli operatori:

  • abbiano un fatturato minimo annuo, e uno specifico nel settore di attività dell’appalto
  • forniscano informazioni riguardo ai loro conti annuali, mettendo in evidenza eventuali passività
  • abbiano una copertura assicurativa per i rischi professionali.

Documentazione richiesta

La documentazione richiesta per partecipare a una gara d’appalto pubblica è stabilita nell’articolo 81 del Codice Appalti.

Nello specifico, la documentazione che serve a dimostrare il possesso dei requisiti citati sopra viene acquisita tramite la Banca Dati nazionale degli Operatori Economici (BDOE), ovvero la banca dati centralizzata gestita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

La Banca Dati nazionale degli Operatori Economici (BDOE) è stata introdotta dal D.Lgs 18 aprile 2016 n. 50 – Nuovo Codice Appalti – per semplificare e accelerare le procedure degli appalti pubblici ed è consultabile online.

I professionisti che vogliono capire meglio come prepararsi per partecipare a una gara d’appalto pubblica e come funziona possono frequentare il corso per addetti alle gare d’appalto.

Professional USB
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*