Geometri laureati: a Bergamo si è fatto il punto sulla riforma della professione di geometra

Riforma della professione di Geometra: il punto sull’istituzione di una laurea abilitante e professionalizzante per i geometri,

Corsi Crediti Geometri

Valuta questo articolo

Geometri laureati: a Bergamo si è fatto il punto sulla riforma della professione di geometra Totale 5.00 / 5 3 Voti

Alla presenza dell’On. Simona Malpezzi, di altri firmatari della proposta di legge presentata lo scorso settembre, e del Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli, il Presidente del Collegio dei Geometri della provincia di Bergamo organizza un incontro sulla laurea del geometra e la riforma del percorso di accesso alla professione di geometra. Un Iter di riforma che da mesi è al centro dell’attenzione del mondo dei geometri italiani, geometri sempre più proiettati verso un professione di geometra moderna e iper specializzata.

Al Convegno sul Disegno di Legge 4030 Disciplina della professione di geometra e norme per l’adeguamento delle disposizioni concernenti le relative competenze professionali dei geometri italiani“, al Centro Congressi papa Giovanni XXIII, si è fatto il punto sull’iter, oramai avviato, che prevede l’istituzione di una laurea abilitante e professionalizzante per i geometri, e sulle prospettive future che tale riforma apre per la professione.

Tra i relatori interverranno l’On. Simona Malpezzi, che ha presentato la proposta di legge, e tra i firmatari, gli Onorevoli bergamaschi Elena Carnevali e Giovanni Sanga. Saranno presenti, inoltre, il Prorettore dell’Università di Bergamo Fulvio Adobati, il Provveditore agli studi Patrizia Graziani, il Senatore Nunziante Consiglio e l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bergamo Marco Brembilla.

Il nuovo percorso di studi universitari, a cui si accede dopo il diploma CAT, per conseguire il titolo triennale che abilita direttamente al mondo del lavoro, eliminando il periodo di tirocinio e l’esame di Stato previsti oggi per esercitare la professione di geometra, rappresentano una vera rivoluzione nel mondo delle professioni tecniche: l’ingresso nel mondo del lavoro dei futuri geometri laureati sarà più rapido ma soprattutto, come sottolineato dal Presidente Renato Ferrari, “viene offerto un approfondimento e una specificità dell’insegnamento, a fronte di un percorso didattico ben preciso”.

Il Collegio di Bergamo, con oltre 2 mila iscritti e 350 praticanti, intende rendere il giusto onore ad una evoluzione che interessa, come prosegue il Presidente Renato Ferrari, “una figura professionale da sempre vissuta come un consulente di famiglia e percepito quindi con un forte rapporto fiduciario”.

In attesa che sia definito l’iter del Disegno di Legge 4030, alcuni Collegi Provinciali dei Geometri, in collaborazione con gli Istituti CAT e le principali università italiane (tradizionali e non, come l’Università di Modena e Reggio Emilia e la Uninettuno) hanno già intrapreso l’inizio dei corsi accademici per l’anno universitario 2016 – 2017 avviando una sperimentazione della riforma nelle città di Lodi (Unimore), Siena (Uninettuno), Rimini (Università di San Marino tramite Unimore), Grosseto (Uninettuno).

Altre importanti iniziative sono in corso di finalizzazione in Puglia e nelle Marche. Al momento, le iscrizioni non si sono fatte attendere e le matricole sono oltre un centinaio. Si tratta di studenti che, come conclude il Presidente Ferrari, “consentiranno all’Italia dei professionisti di allinearsi finalmente all’Europa”.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.