POS gratis per i professionisti

Siglato accordo tra Banca Popolare di Vicenza, Confprofessioni, Fidiprof Nord e Fidiprof Centro Sud; Arriva il POS gratis per i professionisti.

Valuta questo articolo

POS gratis per i professionisti Totale 5.00 / 5 4 Voti

Banca Popolare di Vicenza, Confprofessioni, Fidiprof Nord e Fidiprof Centro Sud hanno siglato un accordo dedicato ai professionisti. Gli istituiti di credito interessati all’accordo metteranno a disposizione dei propri clienti prodotti e servizi bancari targhettizzati come ad esempio il  POS gratis per i professionisti.

L’operazione, secondo le stime di CONFPROFESSIONI, interesserà più di un milione e mezzo di liberi professionisti, che potranno dotarsi del dispositivo Pos, obbligatorio secondo le nuove disposizioni di legge, a costo zero.

Sarà possibile installare il dispositivo Pos a canone zero, senza spese di installazione del terminale e gestirlo esente da commissioni sulle transazioni Pagobancomat per 24 mesi.

L’offerta dedicata di prodotti e servizi bancari include una gamma di conti correnti a condizioni riservate agli associati del sistema Confprofessioni.

“L’accordo siglato oggi – ha dichiarato il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella – è la migliore dimostrazione di come si possa trasformare uno svantaggio in una opportunità. Siamo perfettamente consapevoli del disagio, assolutamente condivisibile, di moltissimi professionisti obbligati a dotarsi di un Pos per l’incasso di pagamenti, ma crediamo che il nostro compito sia anche quello di facilitare l’attività degli studi professionali sul mercato”

Rimane forte intanto la protesta dell’Inarsind contro “l’inutile e dannoso obbligo” del POS . Il presidente del sindacato, Salvo Garofalo, ha affermato che il nuovo obbligo si configura alla stregua dell’ennesima complicazione: “L’unico modo per rendere tracciabili i pagamenti è eliminare l’uso dei contanti, ma si può fare senza le complicazioni introdotte dall’uso del POS”.

Pos gratis per liberi professionisti: come risparmiare con le app

Le soluzioni offerte in alternativa a quelle proposte dai circuiti bancari prevedono invece un costo di attivazione, anche in questo caso prelevato una sola volta, sono invece libere da canoni e commissioni minime. Si paga però una commissione su ogni transazione fatta. Al contrario delle soluzioni POS offerte dalle banche, i soldi non vanno direttamente sul conto corrente ma transitano prima per una società esterna.

Wallet-ABILE si usa con un’applicazione per dispositivi iOS e Android che diventando mezzi di trasmissione della transazione. Il costo è di  84 euro (IVA inclusa), senza altri canoni e costi aggiuntivi se non le commissioni sulle transazioni che vanno dall’1% per le carte di debito (Bancomat e PostePay) al 2,75% per le carte di credito e quelle di debito internazionali.

Jusp è una soluzione tutta italiana, supporta dispositivi mobili Windows e ha un costo di 47,50 euro, IVA esclusa.  Applica una commissione del 2,5% sul transato a prescindere dalla carta (di credito o debito) utilizzata. Le transazioni vengono accreditate sul conto corrente entro 48 ore.

Del tutto simile è anche Payleven, il cui costo è di 96 euro e applica commissioni sul transato in misura del 2,75%. Il denaro viene accreditato sul conto corrente entro 5 giorni.

Corsi Crediti Architetti
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.