Legge di Stabilità 2016: ecobonus, marebonus, ferrobonus, riqualificazioni immobiliari

Sono molte le misure nella Legge Stabilità 2016 che qualificano l’attività del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, guidato dal ministro Graziano Delrio, nel segno della sostenibilità.

Valuta questo articolo

Legge di Stabilità 2016: ecobonus, marebonus, ferrobonus, riqualificazioni immobiliari Totale 5.00 / 5 5 Voti

Sono molte le misure nella Legge Stabilità 2016 che qualificano l’attività del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, guidato dal ministro Graziano Delrio, nel segno della sostenibilità. Oltre al rinnovo dei contratti Anas e Rfi e al finanziamento di alcune opere considerate come fondamentali per il futuro del paese , si segnalano le misure più caratterizzanti e alcune misure speciali. Oltre alle misure del Governo previste per la prima casa, le detrazioni fiscali sugli immobili, la ristrutturazione del debito per i mutui in sofferenza, la locazione finanziaria per immobili destinati ad abitazione principale, ecco le altre misure, su proposta del Mit, interministeriale o del parlamento, a vantaggio delle politiche per la casa e il diritto all’abitare, nel segno della sostenibilità.

Le misure relative ad Ecobonus, Ferrobonus, Marebonus, Piste Ciclabili, mezzi pubblici, itinerari turistici ciclabili e pedonali, previsti nella Legge di stabilità 2016

  • Proroga per tutto il 2016 delle detrazioni fiscali dell’ecobonus per i privati: 65% per riqualificazioni energetiche e 50% per ristrutturazioni e per il connesso acquisto di mobili

  • Detrazione Irpef del 50% sul pagamento Iva per l’acquisto di abitazione di classe energetica A o B. Per le giovani coppie, anche di fatto, di cui uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni, detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di mobili fino a 16 mila euro.

Ecobonus al 65% anche per i condomini, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni, che in luogo della detrazione possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi. Edilizia residenziale pubblica.

  • Ecobonus per riqualificazione energetiche al 65% esteso anche agli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Investimenti previsti per 160 mln di euro.

  • Sono state approvate inoltre delle misure fortemente incentivanti a favore del settore del trasporto, finanziate con i risparmi derivanti dall’esclusione dello sconto delle accise sui veicoli di categoria inferiore ad euro 2, determinando peraltro un forte impulso allo svecchiamento dei mezzi che circolano su strada. Intermodalità ferroviaria e porti .

  • Marebonus: per l’attuazione di progetti per migliorare la catena intermodale e decongestionare la rete viaria, riguardanti l’istituzione, l’avvio e la realizzazione di nuovi servizi marittimi per il trasporto combinato delle merci, il miglioramento dei servizi su rotte esistenti, in arrivo e in partenza da porti situati in Italia, per le annualità 2016/2018 138,4 mln di euro: 45,4 milioni nel 2016, 44,1 milioni nel 2017 e 48,9 nel 2018.

  • Ferrobonus: Contributi per il trasporto ferroviario intermodale, in arrivo e in partenza da nodi logistici e portuali in Italia, 20 milioni ogni anno nel periodo 2016/2018 per 60,4 mln di euro.

  • Nella Legge di Stabilità 2016 è previsto inoltre uno stanziamento per la progettazione e realizzazione di un sistema di ciclovie turistiche nazionali, di ciclostazioni, nonché per interventi concernenti la sicurezza della ciclabilità cittadina.  ( Priorità per i percorsi Verona-Firenze (Ciclovia del Sole), Venezia-Torino (Ciclovia Ven-To), da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE) attraverso la Campania, la Basilicata e la Puglia (Ciclovia dell’acquedotto pugliese) e Grande raccordo anulare delle biciclette (Grab di Roma), la spesa di 17 milioni di euro per l’anno 2016 e di 37 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018 ndr )

  • Per la progettazione e la realizzazione di itinerari turistici a piedi invece, denominati  “cammini”, sono previsti circa 3 milioni di euro spendibili nel biennio 2016/2018. I progetti e gli interventi sono individuati dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e, per quanto concerne le ciclovie turistiche, di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. Le risorse provengono dall’esclusione del beneficio del credito d’imposta agli autotrasportatori con vetture Euro 2 o inferiori.

  • Finanziamento del fondo per acquisto diretto, o per il tramite di società specializzate, nonché alla riqualificazione elettrica o al noleggio dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale e regionale. Prevista l’istituzione presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di un fondo finalizzato all’acquisto diretto di autobus e di treni locali attraverso società Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

  • Utilizzo dei dispositivi o apparecchiature di rilevamento per sanzionare ulteriori infrazioni del codice della strada

  • Misura di decontribuzione a titolo sperimentale al fine di promuovere l’occupazione degli autisti impiegati nei trasporti internazionali e incentivare l’utilizzo di veicoli equipaggiati con tachigrafo digitale

  • Interventi per favorire l’acquisto di mezzi di ultima generazione destinati al servizio dell’autotrasporto di merci su strada

  • Misure per “scoraggiare” il cabotaggio abusivo, prevedendo l’obbligo di esibire agli organi di controllo la prova documentale relativa al trasporto internazionale di merci

  • Incentivi fino a 8mila euro per dismettere gli autocaravan fino a euro 2 e l’acquisto di autocaravan non inferiori a euro 5

Sono invece ben 6,5 milioni i milioni di euro stanziati per assicurare i servizi di collegamento marittimo attualmente convenzionato con la regione Sardegna anche tramite la prosecuzione del contratto con La Marittima Saremar s.p.a.

Per quanto riguarda la manutenzione della rete stradale invece è prevista la possibilità per Anas di stipulare accordi con regioni ed enti locali finalizzati a trasferire alla medesima società le funzioni relative a progettazione, esecuzione, manutenzione e gestione delle strade non rientranti nella rete autostradale e stradale nazionale, spesa per 100 mln.

Vengono inoltre trasferite direttamente a Ferrovie dello Stato Italiane S.p.a. le risorse già destinate alla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione, nelle more del contratto di programma. La norma consente di assicurare la continuità ai finanziamenti precedentemente assegnati Tunnel Euralpin Lyon Turin (TELT) costituita nel 2015. – Per la grave situazione finanziaria delle Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici è previsto il Commissariamento e 70 mln di euro per l’attività della società.

Corsi Crediti Ingegneri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.