DDL Concorrenza, via libera dal Senato. Legittimi i contratti privati delle società di ingegneria

DDL Concorrenza. Previsto l'obbligo per i liberi professionisti di rendere noto in anticipo al cliente, mediante comunicazione scritta o in formato digitale, l’importo del compenso dovuto per l’attività da svolgere

Valuta questo articolo

DDL Concorrenza, via libera dal Senato. Legittimi i contratti privati delle società di ingegneria Totale 5.00 / 5 3 Voti

Con 158 voti favorevoli, 110 contrari e un astenuto, l’Aula del Senato ha approvato ieri l’emendamento interamente sostitutivo del disegno di legge n. 2085 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”. Il DDL Concorrenza, originariamente di 32 articoli, diventati 52 dopo il passaggio alla Camera, si compone ora di 74 articoli.

Una norma contenuta nel DDL Concorrenza prevede, oltre al chiarimento definitivo sulla legittimità dei contratti privati delle società di ingegneria, che a decorrere dall’entrata in vigore della legge nell’ambito privato le società di ingegneria dovranno dotarsi di copertura assicurativa per lo svolgimento di attività professionali e indicare nominativamente il professionista incaricato di svolgere le attività professionali. Inoltre si prevede che l’Autorità Nazionale Anticorruzione tenga l’elenco delle società di ingegneria.

“Voglio esprimere” ha dichiarato il presidente Oice Gabriele Scicolone “particolare apprezzamento al Parlamento e al Governo che hanno avuto la determinazione di portare all’approvazione un provvedimento che, partito alla Camera nell’aprile del 2015, chiude definitivamente ogni questione inerente la legittimazione delle nostre società anche nei rapporti privati, una vicenda giuridica che non si doveva porre e che la giurisprudenza, anche recentissima, ha confermato non esistere. Adesso anche una norma di legge lo conferma, come chiedevamo da tempo.”

“Governo e Parlamento” aggiunge Scicolone “hanno, con un lavoro serio e approfondito, ricondotto alla reale esigenza di tutela del consumatore la ratio dell’articolo 55, con le opportune garanzie sia sulle coperture assicurative sia sulle personalità e nominatività della prestazione professionale. La norma, con queste previsioni, fornisce un chiarimento autentico sulla legittimità dei contratti privati per evitare che una sentenza isolata come quella di Torino del dicembre 2013 creasse le condizioni per ulteriori e strumentali contenziosi, visto che l’abrogazione della legge fascista n. 1815 è avvenuta nel 1997 ad opera della Legge Bersani.”

È previsto inoltre l’obbligo per i liberi professionisti di rendere noto in anticipo al cliente, mediante comunicazione scritta o in formato digitale, l’importo del compenso dovuto per l’attività da svolgere. Inoltre i liberi professionisti dovranno indicare sia i titoli posseduti che le eventuali specializzazioni conseguite.

Per quanto riguarda le polizze assicurative dei professionisti, viene inserita l’offerta di un periodo di ultrattività della copertura per le richieste di risarcimento presentate per la prima volta entro i 10 anni successivi e riferite a fatti che si sono verificati nel periodo di operatività della copertura.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.