Il Building Manager, i condomini intelligenti e il nuovo ruolo dell’amministratore di condominio

Il Building Manager, un nuovo ruolo per l’amministratore di condominio al centro del dibattito promosso nei giorni scorsi dal CNGeGL all’interno del SAIE 2015.

Amministratore Di Condominio

Valuta questo articolo

Il Building Manager, i condomini intelligenti e il nuovo ruolo dell’amministratore di condominio Totale 5.00 / 5 5 Voti

La riqualificazione dei condomini e il nuovo ruolo dell’amministratore di condominio rappresentano un punto estremamente centrale nel tema della riduzione dei consumi legata al settore edilizio. Per riqualificare quelli che fino ad ora sono state strutture estremamente energivore, raggiungendo l’obiettivo di un concreto risparmio, occorre riuscire a fare rete tra istituzioni, progettisti e amministratori di condominio fino ad arrivare all’utente finale.

E’ stato questo il focus dell’incontro organizzato dai consiglio nazionale dei geometri italiani all’interno della grande vetrina del SAIE 2015, dal titolo “Condomini Intelligenti – Per dare concretezza alla riqualificazione del patrimonio edilizio”.

L’amministratore di condominio, ma soprattutto il nuovo ruolo dell’amministratore di condominio del domani, è stato al centro del dibattito dei geometri italiani al SAIE 2015.

“ Ci sarà sempre più bisogno di un vero e proprio building manager” è stato affermato da Luca Bini, Presidente del Collegio Provinciale dei Geometri di Varese, nel corso dell’evento bolognese “un professionista in grado di programmare negli anni gli interventi di riqualificazione da effettuare negli edifici. Non dovrà quindi soltanto amministrare, ma dovrà essere in grado di gestire, con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale ed economica”.

Ma chi è il building manager, questa ibrida figura professionale che possiede tutte le caratteristiche professionali per poter riscrivere un nuovo ruolo dell’amministratore di condominio italiano?

Il building manager è una figura moderna e professionale che veniva già prevista tra le pieghe legislative della Legge (la numero 220 del 2012) che ha definito la figura del nuovo amministratore di condominio come colui che provvede a gestire gli interessi del condominio, a fronte di un determinato compenso. Nulla di nuovo sembrerebbe , se non chè, tra le pieghe della manovra legislativa del 2012, ha cominciato ad emergere una nuova figure professionale, quella del building manager vero e proprio.

Il Building Manager è una figura professionale, a metà tra un amministratore di condominio ed un “tecnico” libero professionista che supervisiona e gestisce tutti i servizi di una struttura.

Il suo ruolo è quello di garantire che la sicurezza, la salute delle persone che vivono quegli spazi e l’efficienza della manutenzione di questa struttura sia sempre ad un livello soddisfacente.

Alla tavola rotonda hanno  partecipato anche Francesco Burrelli, Presidente ANACI , Marco Castagna, Presidente dell’Azienda Multiservizi Igiene Urbana, Amiu e Direttore Fondazione MUVITA, Claudio Del Pero, Dipartimento Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito – Politecnico Milano, Silverio Insogna, Presidente Consedil Rete d’Imprese, Renata Morbiducci, Dipartimento di Scienze per l’Architettura, Scuola Politecnica, Università di Genova, Emanuele Piazza, Assessore Sviluppo Economico e Vice Presidente dell’Associazione Genova Smart City e Armando Zambrano,Presidente Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

Corsi Crediti Geometri
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee.
“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile” P.R.