Tre opere architettoniche famose nel mondo: ecco le più belle

Corso 3D Studio Max

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

In un mondo che cambia da ogni punto di vista alcune architetture del ‘900 rimarranno per sempre nella storia come punti fermi  e come espressione del genio visionario degli architetti che le hanno progettate.

Ecco tre delle più belle e famose opere architettoniche nel mondo, opera di tre grandi architetti contemporanei.

Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano, a Roma

Aperto al pubblico sono nel 2002, il progetto dell’Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano è iniziato nel 1993 con un bando di concorso internazionale da parte del Comune di Roma per realizzare un Auditorium su suolo pubblico compreso tra il villaggio Olimpico e lo stadio Flaminio.

Iniziava così il recupero di una degradata e abbandonata di Roma. Vincitore del concorso il progetto di Renzo Piano, uno degli architetti italiani più famosi, e del Renzo Piano Building Workshop.

I lavori iniziano nel 1995 con la consegna del progetto al Comune e terminano nel 2003 a causa di vari imprevisti, tra cui il ritrovamento dei resti di un’antica villa romana.

Lungo viale de Coubertin c’è un edificio lineare di due piani a cui è affiancato un lungo portico in mattoni rossi, rivolto verso il viadotto di Corso Francia. Nell’edificio ci sono gli uffici e le sale di registrazione al livello superiore. Al piano terra, sotto il portico, sono presenti: una libreria, un ristorante e uno spazio espositivo.

Al di là del portico c’è la cavea all’aperto attorno a cui sono disposte simmetricamente le tre sale, con diverse capienze. Le sale sono progettate come casse armoniche: all’esterno coperte da lastre di piombo montate su pannelli di fibrocemento, sorrette da travi lamellari in compensato marino e all’interno con legno di ciliegio.

auditorium-parco-della-musica

Walt Disney Concert Hall di Frank O. Gehry, a Los Angeles

La storia della Walt Disney Concert Hall inizia nel 1987 quando Lillian Disney, vedova di Walt Disney, dona 50 milioni di dollari per la costruzione di una sala da concerti.

Viene bandito un concorso internazionale a cui vengono presentate più di settanta proposte. Ne esce vincitore il progetto dell’architetto Frank O. Gehry.

Le facciate seguono curve che si intrecciano tra loro, sfidando regole di armonia e simmetria. L’edificio è rivestito esternamente da 12.500 pezzi di acciaio ondulato, unici, tutti diversi tra loro. L’acciaio di suo è poco resistente al fuoco.

Così per assicurare la sicurezza della struttura anche in caso d’incendio è stato messo a punto apposito da una società canadese. Si tratta di un sistema antincendio passivo, ovvero che non implica l’uso di un impianto o l’azionamento manuale di un macchinario.

La Walt Disney Concert Hall è stata inaugurata nel 2003 ed è diventato il quartier generale della Los Angeles Philharmonic.

wall-disney-concert-hall

Museo Ebraico di Daniel Libeskin, a Berlino

L’architetto Daniel Libeskind presenta il suo progetto per il Museo Ebraico di Berlino, o Jüdisches Museum Berlin, al Senato di Berlino nel 1988, un anno prima della caduta del muro, e nel 1989 viene proclamato vincitore del concorso.

Da fuori si notano pareti zincate, linee irregolari e, all’interno,a terra, compaiono forme a zigzag che raffigurano stelle. La luce filtra in modo asimmetrico. Visto dall’alto, il palazzo ricorda la forma stilizzata di un fulmine

Cinque vuoti verticali attraversano l’edificio: le pareti sono vuote e scure. Nel 2007 viene completata l’aggiunta: il Glass Courtyard che rappresenta una sukkah, “tabernacolo”, un simbolo importante nella cultura ebraica. 

Libeskind vuole rappresentare la coesistenza della frammentazione e nello stesso tempo della continuità, che rappresenta la speranza.

Il Museo è una fondazione indipendente, istituita nel 1999, che propone mostre, simposi, eventi e iniziative formative.

museo-ebraico-berlino
Professional USB

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">