Trattamenti fitosanitari: normativa e classificazione dei prodotti

Corso di Valutazione Ambientale Strategica

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Cosa sono i prodotti fitosanitari

I prodotti fitosanitari sono preparati che contengono una o più sostanze attive e servono per proteggere i vegetali o i prodotti vegetali.

Un prodotto fitosanitario serve anche a:

  • influire sui processi vitali dei vegetali 
  • conservare i prodotti vegetali
  • eliminare o controllare la crescita di piante infestanti.

Un prodotto fitosanitario solitamente è composto da quattro elementi

  • sostanza attiva: agisce per controllare il danno presente sulle coltivazioni
  • coadiuvante: migliora l’azione e la distribuzione della sostanza attiva
  • coformulante: insieme al sinergizzante aumenta le potenzialità della sostanza attiva.
  • sinergizzante.

Normativa sui fitofarmaci: proroga del periodo di approvazione

La comunicazione più recente a proposito di prodotti fitosanitari da parte del Ministero della Salute è la “Proroga dei prodotti fitosanitari contenenti sostanze attive approvate e riportate nel regolamento (UE) n. 2020/1511”.

L’allegato al regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione contiene l‘elenco completo delle sostanze attive approvate o considerate approvate a norma del regolamento (CE) n.1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per l’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari.

Per ciascuna sostanza attiva viene indicato il periodo di approvazione. Con la proroga questo periodo è stato appunto prorogato al:

  • 30 novembre 2021 per il tritosulfuron
  • 31 dicembre 2021 per amidosulfuron, nicosulfuron, clofentezina, dicamba, difenoconazolo, lenacil, picloram, bifenox, diflufenican, fenoxaprop-P, fenpropidin, triflusulfuron, zolfo ed oli di paraffina.

Con il Decreto Interministeriale del 22 gennaio 2014 è entrato in vigore il Piano di Azione Nazionale – PAN- per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Il piano viene aggiornato periodicamente.

Con il Decreto n.33/2018 del 22 gennaio 2018 “Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali”, sono stati stabiliti i requisiti che deve avere un prodotto fitosanitario per poter essere venduto liberamente e usato da utilizzatori privi di patentino, in ambiente domestico.

Come diventare consulente per i trattamenti fitosanitari

Il Piano d’Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari già citato stabilisce chi e come usare in modo sostenibile i prodotti fitosanitari.

Dal 26 novembre 2015 per svolgere attività di consulente nell’ambito della difesa fitosanitaria a basso apporto di prodotti fitosanitari per l’uso sostenibile e sicuro dei prodotti fitosanitari e di metodi di difesa alternativi è obbligatorio avere il certificato di abilitazione alla consulenza.

Per abilitarsi come consulente bisogna avere i seguenti requisiti: 

  • diplomi o lauree in discipline agrarie e forestali 
  • aver frequentato almeno il 75% delle ore di un corso di formazione della durata di almeno 25 ore e aver superato di un esame finale a quiz.

I professionisti che vogliono acquisire il certificato possono frequentare il corso PAN e prodotti fitosanitari.

Corsi Academy
Redazione

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*