Sicurezza nei cantieri ai tempi del Covid-19

Valuta questo articolo

Sei il primo. Vota Ora!!!

Cosa prevede la normativa sulla sicurezza nei cantieri

Il testo unico per la sicurezza è il Decreto legislativo 81/2008 il cui obiettivo è garantire la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il Decreto dà indicazioni per la prevenzione, ovvero per ridurre la probabilità che si verifichi un evento dannoso e per la protezione, ovvero per limitarne gli effetti negativi.

Dopo aver individuato e stimato ogni rischio, individua le misure di prevenzione e protezione dai rischi. Per assicurare la sicurezza in cantiere, in particolare, è necessario redigere un regolamento di cantiere che prevede dispositivi di protezione collettiva (DPC) e individuale (DPI) nelle varie fasi lavorative.Queste sono solo alcune delle disposizioni del Testo per garantire la sicurezza in cantiere.

Ingegneri e cantieri: come orientarsi

Ai tempi del Covid – 19 ci sono stati giorni in cui per gli ingegneri e tutti i lavoratori che frequentano i cantieri nell’orientarsi per quanto riguarda la sicurezza sul posto di lavoro perché oltre ai rischi già noti e indicati nel Testo Unico per la Sicurezza si è aggiunto il rischio del contagio da Covid-19.

Finchè il 14 marzo il MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – ha approvato il Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID 19 negli ambienti di lavoro, che ha integrato il 24 aprile 2020 per dare indicazioni per quanto riguarda le opere pubbliche e l’edilizia. L’argomento è stato anche il tema della giornata mondiale sulla sicurezza 2020.

Le linee guida del MIT per la sicurezza: il protocollo

L’obiettivo del Protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID 19 negli ambienti di lavoro è dare indicazioni operative per incrementare la sicurezza nei cantieri in modo da prevenire il contagio da COVID-19 nei cantieri ed è valido per tutti coloro che li frequentano dal titolare al subappaltatore o subfornitore.

Ecco gli ambiti interessati dal Protocollo:

  1. informazione
  2. modalità di accesso dei fornitori esterni ai cantieri
  3. pulizia e sanificazione nel cantiere 
  4. precauzioni igieniche personali
  5. dispositivi di protezione individuale
  6. gestione spazi comuni (mensa, spogliatoi)
  7. organizzazione del cantiere (turnazione, rimodulazione dei cronoprogramma delle lavorazioni)
  8. gestione di una persona sintomatica in cantiere
  9. sorveglianza sanitaria/medico competente/RLS o RLST
  10. aggiornamento del protocollo di regolamentazione

Il Protocollo, inoltre, prevede delle ipotesi di esclusione della responsabilità per quanto riguarda l’applicazione di eventuali decadenze o penali nel caso in cui non sia stato possibile applicare, o lo si è fatto in ritardo, una delle disposizioni previste dal Protocollo.

Decreto Rilancio 2020: Contributi per la sicurezza 

Il Decreto Rilancio 2020, anche detto Decreto Maggio, prevede che una parte dei 55 miliardi messi a disposizione sia destinati proprio ai contributi sicurezza per sostenere imprese, anche individuali, iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane e imprese sociali, come definite nel decreto legislativo 20 luglio 2018 n. 95.I contributi sono promossi dall’Inail – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro – che li trasferisce a Invitalia S.p.A. per erogarli a favore dell’acquisto, e quando necessario dell’installazione, di dispositivi e strumenti di protezione individuale, ogni apparecchiatura necessaria per l’isolamento e il distanziamento dei lavoratori – tra loro e con gli utenti esterni -; la sanificazione e tenere sotto controllo l’eventuale contagio.

Corsi Academy
Sarah Saccullo

Copywriter e blogger, innamorata delle storie delle persone. Racconto in punta di penna le aziende e i professionisti attraverso i testi che scrivo per i loro siti e blog. Entusiasta e sempre curiosa, amo l'architettura, l'arte e la bakery.