Le caratteristiche dell’architettura brutalista e alcuni esempi

Crediti Formativi Architetti
Rate this post

L’architettura brutalista è uno stile architettonico nato nella seconda metà del XX secolo che si distingue per l’utilizzo del cemento armato come materiale principale e per la semplicità delle forme geometriche utilizzate. Questo stile architettonico si sviluppò come parte del movimento moderno dell’architettura, e fu caratterizzato da una forte enfasi sulla funzionalità degli edifici e sulla loro capacità di adattarsi alle esigenze degli utenti.

Caratteristiche dell’architettura brutalista

Le caratteristiche dell’architettura brutalista sono molte. Gli edifici realizzati secondo questo stile architettonico sono spesso caratterizzati da forme geometriche semplici e massicce, con superfici rigide e angolari. Inoltre, gli edifici brutalisti utilizzano spesso i materiali da costruzione grezzi, come il cemento armato, la pietra o il mattone, senza decorazioni o rivestimenti. Questi materiali, che vengono spesso lasciati al naturale, conferiscono agli edifici brutalisti un aspetto rustico, che li rende particolarmente adatti all’ambiente urbano. Inoltre, l’uso del cemento armato permette agli architetti di creare forme geometriche molto complesse, che sarebbero difficili da realizzare con altri materiali.

Un’altra caratteristica importante dell’architettura brutalista è la semplicità delle forme utilizzate. Gli edifici brutalisti si distinguono per la loro struttura essenziale, con forme geometriche semplici e nette. Questo stile architettonico privilegia la funzionalità degli edifici e la loro capacità di adattarsi alle esigenze delle persone, piuttosto che l’ornamentazione o la decorazione.

Uno degli aspetti che contraddistingue l’architettura brutalista è l’uso di spazi aperti. Questi edifici spesso includono cortili o spazi aperti che consentono alla luce e all’aria di entrare all’interno degli ambienti e contrastare l’austerità dei materiali a vista. Questi spazi aperti possono anche servire come aree comuni per i residenti dell’edificio.

Esempi di edifici brutalisti

L’architettura brutalista ha prodotto alcuni degli edifici più iconici del XX secolo. Tra quelli più noti a livello internazionale troviamo:

  • il Palazzo di Giustizia a Firenze;
  • la Torre Velasca a Milano;
  • il Palazzo del Congresso Nazionale a Brasilia.

Firenze: Palazzo di Giustizia

Il Palazzo di Giustizia di Firenze, progettato dall’architetto italiano Leonardo Ricci nel 1972, è uno degli edifici brutalisti più noti in Italia. L’edificio è caratterizzato da una struttura massiccia in cemento armato, caratterizzato dalle classiche forme geometriche tipiche in questi edifici. La facciata dell’edificio è composta da una serie di archi in cemento armato, che conferiscono all’edificio un aspetto imponente e austero.

Milano: Torre Velasca

La Torre Velasca di Milano, progettata dall’architetto italiano Gian Luigi Banfi nel 1958, è un altro esempio notevole di edificio brutalista in Italia. L’edificio è caratterizzato da una struttura massiccia in cemento armato, con forme semplici e nette. La Torre Velasca è stata considerata un’icona dell’architettura italiana del dopoguerra.

Torre Velasca, Milano
Torre Velasca, Milano

Brasilia: Palazzo del Congresso Nazionale

Un altro esempio di architettura brutalista è rappresentato dal Palazzo del Congresso Nazionale a Brasilia, la capitale del Brasile. Questo edificio, progettato dall’architetto Oscar Niemeyer e completato nel 1960, è uno dei più noti edifici brutalisti al mondo. Il palazzo è costituito da due strutture simmetriche a forma di ferro di cavallo, con grandi superfici in cemento armato e vetrate. L’interno è caratterizzato da spazi ampi e luminosi, arricchiti da opere d’arte di importanti artisti brasiliani. Il Palazzo del Congresso Nazionale è diventato un’icona dell’architettura moderna e una delle attrazioni turistiche più importanti del Brasile.

In conclusione possiamo dire che l’architettura brutalista è stata una corrente importante nella storia dell’architettura moderna, caratterizzata dalla funzionalità, dall’uso esasperato del cemento armato e dall’aspetto essenziale e spoglio degli edifici. Nonostante alcune critiche e controversie, il brutalismo ha avuto un grande impatto sulla storia dell’architettura e ha lasciato un’impronta indelebile nella nostra cultura architettonica. L’importanza del Brutalismo è stata riconosciuta anche nel mondo accademico, dove è stato oggetto di studi e ricerche.

Sei un esperto del settore iscritto all’Ordine degli architetti e sei alla ricerca di corsi accreditati riconosciuti? Su Unione Professionisti puoi trovare i corsi che danno diritto a crediti formativi per architetti giusti per te!

Tutti I Corsi
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento