Ingegneri, al via l’autocertificazione dei crediti formativi per il 2018 – SCARICA gratis la guida per la compilazione

Fino al 31 marzo 2019 gli Ingegneri potranno compilare esclusivamente attraverso il portale mying.it l'autocertificazione per i 15 Crediti Formativi Professionali (CFP)

Corsi Crediti Ingegneri

Valuta questo articolo

Ingegneri, al via l’autocertificazione dei crediti formativi per il 2018 – SCARICA gratis la guida per la compilazione Totale 5.00 / 5 3 Voti

Da martedì 18 dicembre 2018 fino al 31 marzo 2019 gli Ingegneri potranno compilare esclusivamente attraverso il portale www.mying.it l’autocertificazione per i 15 Crediti Formativi Professionali (CFP) relativi all’aggiornamento informale legato all’attività professionale svolta nel 2018. Per non incorrere in errori potrete SCARICARE gratuitamente la guida ufficiale per la compilazione dell’autocertificazione semplicemente cliccando sul link che trovate al termine dell’articolo!

Il modello, simile a quello dello scorso anno, e le modalità di invio sono descritti nell’allegato alla circolare n. 328 del 13 dicembre 2018 del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI). 

L’istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione www.formazionecni.it attraverso il pulsante  “autocertificazione 15 C.F.P.” presente nel menù della homepage. Non sono accettate altre forme di invio istanza.

Le informazioni raccolte attraverso la compilazione dell’istanza non saranno rese pubbliche a terzi e saranno gestite esclusivamente per le finalità connesse alla gestione dell’istanza. L’invio dell’istanza è consentito fino al 8 febbraio 2015.

Per accedere al modulo di autocertificazione online è necessario utilizzare le seguenti credenziali: Codice Fiscale e Numero di iscrizione Albo (solo numero senza alcuna lettera). Non è richiesta alcuna registrazione personale sul portale www.formazionecni.it

Successivamente il sistema chiederà di confermare i dati presente nell’archivio e relativa email personale per l’invio della comunicazione
L’utente riceverà all’email personale indicata un messaggio con il link per iniziare la compilazione dell’autocertificazione on line.

Qualora a seguito di inserimento dei dati di cui sopra l’utente non fosse riconosciuto in quanto non ancora presente in archivio (sono in corso le procedure di allineamenti archivio con Anagrafe dei singoli Ordini territoriali) occorre compilare un scheda anagrafica completa e attendere una email di conferma

Si precisa che i 15 C.F.P. vengono assegnati per l’aggiornamento informale svolto dal dichiarante nell’ambito della propria attività lavorativa.
Si precisa che per attività lavorativa, si intende ogni forma di attività lavorativa, sia essa svolta in forma di libera professione o di dipendenza nelle varie forme.

Le singole attività professionali effettuate nell’anno oggetto di autocertificazione vanno descritte con gli opportuni riferimenti, che possano consentire un corretta e puntuale verifica di quanto dichiarato a seguito di eventuale controllo disposto dal CNI. Non sono previste informazioni minime da inserire, in quanto queste saranno autonomamente decise dal compilatore. Non occorre allegare alcun documento che dimostri la dichiarazione fatta. Evitare di chiedere assistenza per chiedere come identificare le singole prestazioni da inserire.

I controlli su quanto dichiarato saranno predisposti dal CNI, con verifica a campione delle domande pervenute o su specifica segnalazione ricevuta. Il CNI si riserva di eseguire le verifiche attraverso l’Ordine di appartenenza del singolo iscritto.

Le singole attività di aggiornamento effettuate nell’anno oggetto di autocertificazione, devono essere descritte con gli opportuni riferimenti che possano consentire un corretta e puntuale verifica di quanto dichiarato a seguito di eventuale controllo disposto dal CNI. Ove non indicato non sono previste informazioni minime da inserire, in quanto queste saranno autonomamente decise dal compilatore. Non occorre allegare alcun documento che dimostri la dichiarazione fatta. Evitare di chiedere assistenza per chiedere come identificare le singole prestazioni da inserire.

L’assistenza tecnica e la risposta alle singole richieste di informazioni sarà gestita dalla Scuola superiore di formazione per l’ingegneria esclusivamente in via telematica. Utilizzare la funzione contatti presente nel portale www.formazionecni.it individuando come oggetto tipologia richiesta “autocertificazione crediti da attività lavorativa”. Non saranno evase richiesta di assistenza pervenute in altri modi o con altre tipologie di richiesta.

Il riconoscimento dei 15 CFP a seguito dell’Istanza sarà verificabile direttamente dai singoli dichiaranti nella propria pagina personale del portale a partire dal 28 febbraio 2015. Il modello è valido esclusivamente per il riconoscimento delle attività svolte nel 2014. La struttura e format dell’Istanza da utilizzare, disponibile a partire dal 02 dicembre, potrà subire variazioni e modifiche rispetto al modello presentato nella presente circolare. Le informazioni facoltative possono essere omesse.

Alcune tipologie di attività di aggiornamento che possono essere indicate:
Approfondimenti tecnici:

  • Libri (indicare titolo, autore, editore e breve descrizione contenuto, è possibile indicare più di un libro)
  • Riviste (indicare titolo, autore, editore e breve descrizione contenuto, è possibile indicare più di una rivista)
  • Articolo tecnico su web (indicare indirizzo web dove era pubblicato l’articolo e breve descrizione contenuto dell’articolo, è possibile indicare più di un articolo)
  • Abbonamento newsletter (indicare editore, nome newsletter, descrizione contenuti)
  • software tecnici nuovo acquistato (descrivere nome programma, breve descrizione prodotto, e modalità di formazione svolta – eseguita dal fornitore, autoformazione -, è possibile indicare più di un prodotto
  • aggiornamento software tecnico in uso (descrivere nome programma, breve descrizione prodotto, e modalità di formazione svolta (eseguita dal fornitore, autoformazione, …) è possibile indicare più di un prodotto
  • hardware tecnico nuovo acquisto (descrivere nome prodotto, breve descrizione prodotto, e modalità di formazione svolta (eseguita dal fornitore, autoformazione, …) Sono considerati hardware (Pc, Strumenti di Calcolo, Strumenti di Misura, …) è possibile indicare più di un prodotto
  • aggiornamento hardware tecnico già in possesso (descrivere nome prodotto, breve descrizione prodotto, e modalità di formazione svolta (eseguita dal fornitore, autoformazione, …) Sono considerati hardware (Pc, Strumenti di Calcolo, Strumenti di Misura, …) è possibile indicare più di un prodotto.

Aggiornamenti normativi:

  • In questa sezione occorre indicare le attività di aggiornamento legate ad approfondimento di aspetti normativi quali ad esempio: Legge nazionale, regionale, circolare di enti, linea guida, norme UNI, D.P.R., D.M., Circolari Ministeriali, Normative, Direttive e Regolamenti del Parlamento Europeo e del Consiglio, Norme Eni (indicare la norma con anno di emanazione e la fonte utilizzata per lo studio) è possibile indicare più di una norma. Partecipazione ad eventi o manifestazioni fieristiche o simili relativa al proprio ambito professionale; (indicare nome evento, luogo di svolgimento, data di propria partecipazione e breve descrizione finalità evento) è possibile indicare più di un evento. Partecipazione, in Italia o all’estero, a corsi, seminari, convegni, ecc., o altri eventi di provato valore scientifico in modalità frontale Sono escluse le attività di cui alla sezione.
  • “Apprendimento non formale” dell’Allegato A del Regolamento già considerate per l’acquisizione di CFP ai sensi dell’art. 4 del Regolamento: sono da intendersi escluse le attività che hanno già generato CFP nell’anno oggetto di autodichiarazione. (indicare nome evento, luogo di svolgimento, data di propria partecipazione, durata e breve descrizione finalità evento) è possibile indicare più di un evento. Partecipazione a corsi o attività formative fornite dall’ente o azienda datore di lavoro, erogati in assenza di cooperazione o convenzione di iscritti che svolgono attività di lavoro dipendente; (indicare titolo evento formativo, tipologia evento, luogo di svolgimento, data di propria partecipazione, durata e breve descrizione finalità evento) è possibile indicare più di un evento.
Scarica l'approfondimento
Professional USB
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.