Infrastrutture sostenibili urbane: caratteristiche e vantaggi

Valuta questo articolo

Infrastrutture sostenibili urbane: caratteristiche e vantaggi Totale 4.00 / 5 1 Voti

Cosa sono le infrastrutture sostenibili?

Uno degli obiettivi dell’ONU è quello di costruire un’infrastruttura in grado di promuovere l’innovazione e garantire un’industrializzazione equa, responsabile ma soprattutto sostenibile. Le infrastrutture sostenibili rappresentano degli strumenti essenziali per la crescita della produttività e favorire il raggiungimento di risultati ottimali in termini sanitari e di istruzione.

Nell’ultimo periodo anche l’Unione Europea, tramite l’European Green Deal, ha messo al centro delle sue attività la sostenibilità, al fine di promuovere un nuovo modello di sviluppo. Ad esempio, i fondi di Next Generation EU prevedono un piano di aiuti per i paesi europei che hanno risentito maggiormente della pandemia Covid-19. Questi fondi hanno il vincolo del 30% della spesa che deve essere destinata a progetti per infrastrutture sostenibili, con particolare attenzione nei confronti dei cambiamenti climatici e dell’abbattimento delle emissioni di CO2.

Pensa anche al VIA e VAS, due strumenti normativi utili a difendere l’ambiente dall’impatto delle attività dell’uomo. Questi strumenti ci consentono di valutare l’impatto ambientale e la strategia da seguire per tutti i progetti sostenibili.

Vantaggi delle infrastrutture urbane sostenibili sull’ambiente

Le infrastrutture sostenibili rappresentano l’unione perfetta tra le opere costruite dall’uomo e il loro impatto sull’ambiente che le circonda. Siamo passati da un periodo in cui non ci si poneva troppi problemi a costruire infrastrutture in ogni territorio senza alcun tipo di valutazione, con il risultato che molte di queste hanno danneggiato gravemente il territorio stesso, a un periodo in cui l’attenzione verso l’ambiente viene messa al primo posto.

Si parla di sostenibilità quando esiste un perfetto equilibrio tra economia, ambiente, funzionamento, resilienza e costruzioni. Una cornice ideale in cui costruire infrastrutture che tengono conto delle valutazioni di impatto ambientale.

Ogni infrastruttura incide inevitabilmente sul territorio, cambia il paesaggio, lo trasforma e ha un impatto sull’ecosistema. L’obiettivo è quello di costruire sistemi sostenibili in perfetta armonia con l’ambiente e il paesaggio. Questi significa anche rispettare le persone, il lavoro e la sicurezza durante e dopo la costruzione, migliorare la vita della comunità, dal punto di vista economico e sociale. Inoltre, significa essere in grado di resistere nel tempo e migliorarsi anche davanti a eventi deleteri come terremoti o cambiamenti climatici.

Le infrastrutture rispondono a dei bisogni primari

I sistemi di infrastrutture vengono concepiti in modo da offrire alle persone la risposta migliore a esigenze primarie: energia, acqua, cibo, informazioni e mobilità. Il tutto viene fatto sfruttando lo spazio e il territorio in cui le persone interagiscono costantemente.

Questo significa che occorre prendere in considerazione la dimensione socio-culturale prima di procedere con la realizzazione. In primis ci si deve chiedere quali bisogni le infrastrutture sono chiamate a rispondere e se possono essere ricondurre ad alcuni archetipi, dal paesaggio all’acqua, dai trasporti all’energia, dai rifiuti all’informazione.

Ognuna di queste infrastrutture deve presentare specifiche caratteristiche, sempre nel pieno rispetto delle risorse già presenti, delle esigenze del territorio e di quelle della comunità.

Il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

Il Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, prima chiamato Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha posto tra gli Obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile importanti traguardi da raggiungere in Italia.

Il primo segnale di cambiamento è il nome del ministero stesso. Questa nuova realtà vuole diventare un punto di riferimento per le infrastrutture sostenibili nella loro totalità, non solo in termini di mobilità. Se prima il principale obiettivo era quello di abbassare l’impatto di CO2 prodotto dai mezzi di trasporto, oggi l’interesse è rivolto a tutte le infrastrutture che in qualche modo hanno un impatto sul territorio e sulle comunità che lo popolano.

Corsi Academy

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori*

p class="comment-form-comment">