Come redigere un Disciplinare con Preventivo Obbligatorio Architetti?

Con la Legge 4 agosto 2017, n. 124, Legge annuale per il mercato e la concorrenza, è stato introdotto l’obbligo di redigere un disciplinare con Preventivo Obbligatorio architetti scritto e digitale da rendere noto al cliente.

Valuta questo articolo

Come redigere un Disciplinare con Preventivo Obbligatorio Architetti? Totale 5.00 / 5 4 Voti

“L’unica novità rispetto a quello che il nostro codice deontologico già indicava (dichiara Luca Usai architetto, componente e fondatore del Team SArchitettura, gruppo di lavoro di base i. Sardegna che si occupa di progettazione architettonica e urbana NDR) sembra essere quella di indicare in un Disciplinare con Preventivo Obbligatorio architetti i titoli e le specializzazioni possedute L’ordinamento professionale degli architetti prevede, all’interno del proprio Codice Deontologico Art.24 Contratti e Compensi, l’obbligatorietà da parte del professionista […] la definizione del contratto completo di preventivo del costo delle opere e degli oneri professionali da sottoscrivere delle parti.

Nei successivi commi, dello stesso articolo, sono poi espressi gli ulteriori doveri e obblighi che il professionista è tenuto a mantenere nei confronti del cliente riguardo:

  • i criteri di calcolo per il compenso

  • il grado di complessità dell’incarico – Indicare per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese oneri e contributi

  • i dati della polizza assicurativa

  • l’obbligo di comunicare al committente le eventuali variazioni del compenso e le cause che hanno modificato lo stesso

Quali sono i contenuti che un Disciplinare con Preventivo Obbligatorio architetti deve necessariamente contenere?

Il disciplinare è un contratto a tutti gli effetti (Codice Civile) che “disciplina” un rapporto di lavoro tra cliente e professionista, definendo le questioni e le regole tra le parti in modo chiaro e trasparente.

Il Codice Deontologico indica i contenuti che devono essere resi noti, ovviamente maggiori saranno le informazioni al suo interno, minori potranno essere le incomprensioni tra le parti e quindi le eventuali contestazioni legate, per esempio, al servizio reso dal professionista.

Descrizione del progetto e dei servizi prestati, qui vengono elencati le fasi di progettazione (preliminare, definitivo, esecutivo, DL, Coordinamento); la tipologia dell’opera e il suo grado di complessità; la trasmissione di pratiche presso enti.

Superfici e volumi costruiti previsti è descritta l’entità dimensionale dell’opera (volumi e superfici ammissibili secondo gli strumenti urbanistici o le dimensioni definite dal committente);

Preventivo stimato delle opere si definisce un costo al metro quadro dell’opera che incrociato con altri dati, quali possono essere quelli forniti del CRESME, permette di avere una base di calcolo attendibile per il corrispettivo del professionista. In caso di uno scostamento sostanziale in sede di Progettazione Esecutiva, il corrispettivo sarà poi adeguato sulla base del Computo metrico con la stessa percentuale di incidenza sul costo totale dell’opera;

Calcolo degli onorari sulla base del preventivo stimato delle opere viene calcolata la base della parcella del professionista, si può elencare per ogni singola prestazione il corrispettivo del servizio reso (suddivisone che si fa per una maggiore chiarezza e per un eventuale scorporo delle singole prestazioni)

Offerta economica, capitolo prettamente legato all’aspetto economico e fiscale del professionista, sono espresse le voci economiche che sommano il totale della prestazione, contributi integrativi, iva, spese conglobate e l’eventuale offerta sulla base del calcolo degli onorari.

Termini di Consegna e modalità di pagamento, sono indicati i tempi che il professionista si impegna a rispettare per ogni fase indicata, inoltre viene fornito uno specchietto su come il compenso può essere dilazionato in funzione delle prestazioni effettuate.

Prestazioni escluse dall’offerta, eventuali servizi esclusi e non compresi all’interno dell’offerta

Modalità comunicazioni tra le parti, è indicato il modo in cui il professionista e il cliente scambiano le informazioni a seconda dell’importanza e della priorità che avranno.

Lettera d’incarico, il disciplinare è accompagnato da una lettera d’incarico in cui sono riportati i dati anagrafici del committente e i dati del professionista e sono elencate le varie clausole che dovranno essere osservate, clausole (indicazione della polizza assicurativa del professionista; indicazione dei titoli e delle specializzazioni; obbligo del professionista di fornire copia cartacea del progetto in questione nel numero e nel formato pattuito; impegno del professionista di rispettare e svolgere l’incarico con diligenza, competenza e professionalità) che possono essere di tutela tanto al committente quanto al professionista.

Luca Usai, Architetto

Professional USB
Mauro Melis

Giornalista, Fotoreporter, Copywriter, Blogger, Web Writer, Addetto Stampa per giornali, riviste, enti pubblici e blog aziendali. Provo a descrivere il loro mondo e le loro storie, le loro passioni e le loro idee. "Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile" P.R.