Come eliminare il ponte termico dal balcone: soluzioni e consigli

Corso Ponti Termici
Rate this post

Il ponte termico del balcone rappresenta spesso un problema critico in termini di dispersione del calore all’interno di un edificio, specialmente nelle abitazioni più vecchie. In molti casi, l’unico elemento di separazione tra l’interno e l’esterno è costituito da un davanzale in marmo o pietra, sul quale viene installato direttamente il serramento. Tuttavia, questi materiali sono dei buoni conduttori termici, favorendo la fuoriuscita del calore e generando una forte dispersione termica se il davanzale è in continuità con l’aggetto esterno.

Pertanto, è inutile sostituire solo il serramento con uno di ultima generazione a taglio termico senza prima risolvere il problema del ponte termico del balcone, che è responsabile del flusso di calore attraverso il solaio tra l’ambiente interno ed esterno. Questo può causare un abbassamento della temperatura all’interno del locale, con un conseguente aumento dei costi di riscaldamento e del rischio di formazione di muffe nella connessione tra la parete e la soletta del balcone.

Ponti termici e sbalzi termici

I ponti termici sono zone in cui si verificano sbalzi termici a causa di discontinuità termiche nell’involucro edilizio. Questi punti critici possono causare una significativa dispersione di calore, con conseguente aumento dei consumi energetici e diminuzione del comfort abitativo. Nel contesto dei balconi, i ponti termici possono manifestarsi nelle connessioni tra il davanzale, la soletta del balcone e la parete. Per correggere un ponte termico di un balcone esistente, è possibile adottare diverse soluzioni, tra cui l’installazione di strati isolanti supplementari o l’utilizzo di materiali a bassa conducibilità termica per ridurre la dispersione di calore.

Isolamento termico dei balconi

Un approccio ampiamente utilizzato per eliminare i ponti termici dei balconi è l’applicazione di un isolamento termico a cappotto sull’involucro esterno dell’edificio. Questa tecnica prevede l’utilizzo di pannelli isolanti che vengono applicati sia sulla facciata principale che sui balconi e sulle terrazze. In conformità alle direttive tecniche, il solaio in aggetto del balcone dovrebbe essere isolato termicamente nella parte superiore, inferiore e sui lati, con uno spessore di almeno cinque centimetri e per una lunghezza massima di un metro.

Nel caso di sporgenze maggiori, la prescrizione si applica solo a una profondità massima di un metro del balcone. Questo approccio, sebbene richieda un importante investimento iniziale, offre numerosi vantaggi, tra cui la riduzione delle dispersioni termiche, il miglioramento del comfort abitativo e la riduzione dei costi di riscaldamento o raffreddamento.

Eliminazione del ponte termico del terrazzo

Oltre al balcone, un altro elemento comune in cui si possono verificare i ponti termici è il terrazzo. Anche in questo caso, è fondamentale adottare misure per eliminare tali dispersioni termiche. Un’opzione efficace per risolvere il ponte termico del terrazzo è staccarlo dalla connessione con la parete e applicare un adeguato isolamento termico senza interruzioni su tutta la facciata. Ciò può essere realizzato mediante l’installazione di una struttura staticamente indipendente che poggia su quattro pilastrini fissati al terreno. Questa soluzione non è adatta solo alle nuove costruzioni, ma può anche essere utilizzata per l’installazione di terrazzi su edifici esistenti durante interventi di ristrutturazione.

Il ruolo del superbonus

Il Superbonus, introdotto in Italia per promuovere l’efficienza energetica e la riqualificazione degli edifici, può rappresentare un’opportunità per affrontare il problema dei ponti termici nei balconi. Questo incentivo fiscale consente di beneficiare di detrazioni fiscali maggiorate per interventi di efficientamento energetico, tra cui l’isolamento termico dell’edificio. Grazie al Superbonus, i contribuenti hanno potuto ottenere un risparmio significativo sul costo totale dell’intervento, rendendo più accessibile l’eliminazione dei ponti termici e contribuendo a una maggiore sostenibilità ambientale.

Corsi di formazione sull’eliminazione dei ponti termici

Per affrontare in modo efficace il problema dei ponti termici nei balconi e nell’involucro edilizio in generale, è consigliabile acquisire una buona conoscenza delle tecniche e delle soluzioni disponibili. Esistono corsi di formazione specializzati, come il Corso Ponti Termici, che forniscono competenze specifiche sull’analisi termica degli edifici, sull’individuazione e la correzione dei ponti termici, nonché sulle normative vigenti. Partecipare a tali corsi può aiutare progettisti, ingegneri e professionisti del settore a sviluppare strategie efficaci per eliminare i ponti termici, garantendo edifici più efficienti dal punto di vista energetico e confortevoli per chi li abita.

Corsi Academy
Avatar photo

Il Blog di Unione Professionisti è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata al mondo del lavoro e delle libere professioni. Con i professionisti ci rapportiamo e confrontiamo ogni giorno per fornire un'informazione dettagliata a 360 gradi. Il nostro staff di collaboratori è composto da giornalisti, professionisti, esperti in formazione professionale, grafici, esponenti del mondo imprenditoriale e non solo. Oltre alle classiche news, alle guide tecniche, agli approfondimenti tematici, alle segnalazioni di opportunità lavorative, offriamo anche un utile servizio di documenti in pdf (normative, fac-simile, modulistica … ) liberamente scaricabili e riutilizzabili.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Lascia un commento